Contenuti sponsorizzati

Obesità: rischi e soluzioni. Come combatterla con sport, dieta e integratori

obesità

Nell’ultimo trentennio la percentuale di popolazione in sovrappeso a livello nazionale è raddoppiata. È un problema che colpisce sia donne che uomini pressoché in uguale misura. A livello geografico, il Meridione sembra leggermente più colpito rispetto al Nord del nostro paese. La situazione è molto preoccupante anche a livello europeo e le proiezioni future mostrano che nei prossimi quarant’anni, se non si interviene prontamente, la percentuale di persone obese raddoppierà ulteriormente e con essa aumenteranno i casi di diabete abbassando l’aspettativa di vita di 3 anni.

L’obesità è una malattia cronica che deve essere riconosciuta, trattata e sradicata non solo dagli apparati sanitari ma anche prevenuta attraverso l’educazione, per cui è necessario parlarne nelle scuole a partire dalle scuole elementari. Inoltre l’obesità dovrebbe essere trattata anche come un problema sociale per cui i piani di cura e prevenzione andrebbero gestiti dagli amministratori locali e dai servizi sociali in maniera strutturata e con i giusti finanziamenti. Prevenzione e cura non devono essere viste soltanto nell’interesse della salute pubblica ma vanne inserite in un contesto di spesa pubblica in quanto l’obesità grava su di essa e questo potrebbe accentuarsi in futuro se le necessarie misure correttive e iniziative mirate di sensibilizzazione, prevenzione, e cura non vengono realizzate tempestivamente.

L’obesità favorisce lo sviluppo di altre malattie comunemente ad essa associate che interessano l’apparato cardio-circolatorio e il metabolismo, e nei casi più gravi rappresenta un fattore importante di rischio per cancro, diabete ed ictus. Come se questo non bastasse essa contribuisce all’insorgere di complicazioni nei casi dell’infezione da Covid-19 e, per tutti coloro che hanno più di 30 anni, rappresenta la seconda concausa di morte legata al virus in quanto contribuisce a ridurre le risposte del sistema immunitario.

L’adozione di uno stile di vita differente è certamente un buon punto di partenza. Andrebbero evitate diete squilibrate e sregolate per quanto difficile in un contesto in cui vi è sovrabbondanza – e spesso spreco – di cibo. Bisognerebbe poi non trascurare l’attività fisica, come lo sport, da integrare con la giusta dieta e i giusti integratori alimentari facilmente reperibili presso la propria farmacia online di fiducia. Anche qualora si volesse praticare sport da casa o semplicemente dedicarsi più spesso ad attività motorie anche non sportive, come passeggiate all’aria aperta, questi integratori aiuteranno a soddisfare il fabbisogno nutritivo dell’organismo.

Quando si parla di obesità e sovrappeso non si tratta di pregiudizi o di canoni estetici, si tratta di un vero e proprio problema con ripercussioni importanti sulla salute pubblica scientificamente e statisticamente dimostrate. Ignorando questo problema o non apprezzarne la gravità, si mette a rischio la salute e l’equilibrio delicato del nostro sistema sanitario con spese eccessive. Informazione, prevenzione e cura si riveleranno fondamentali per migliorare la salute pubblica sradicando abitudini e stili di vita che favoriscono l’obesità e che sono dannosi per la nostra salute generale e il nostro benessere psico-fisico.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com