Cronaca

Aggressione in carcere per un agente: preso a bastonate

Aggressione in carcere a Catanzaro

CATANZARO – Aggressione in carcere per un assistente capo della Polizia penitenziaria. L’uomo, che era in servizio nella casa circondariale di Catanzaro, è stato aggredito da due deternuti. L’annuncio dell’accaduto è stato dato dalla segreteria regionale calabrese dell’Uilpa. Espressa solidarietà alla vittima. 

Cosa è accaduto in carcere

Alcuni detenuti avevano richiesto dei farmaci. La presenza di quest’ultimi, però, non è conforme alle regole del carcere. Infatti, ogni tipo di farmaco non è consentito. I due reclusi, di etnia rom, avrebbero dato in escandescenza utilizzando il piede di un tavolino per aggredire l’uomo. Immediati i soccorsi per l’agente che è stato costretto alla cure del personale sanitario. 

La denuncia del segretario Uilpa

La problematica del sovraffollamento viene denunciata da Salvatore Paradiso. «Quando in una struttura i detenuti vengono stipati, sono circa settecento – afferma il segretario regionale dell’Uilpa Polizia – è facile immaginare quali e quante tensioni si possano generare. Tale situazione non è solo grave ma inaccettabile. In Calabria alcuni istituti registrano numeri non eccessivi». 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com