In Evidenza

Assessore Bozzo: Il consiglio comunale sulla sanità si svolga in Ospedale

th (22)

Assessore Bozzo

“Ben venga la proposta bipartisan, formulata da 29 consiglieri comunali, di dedicare una seduta ad hoc della massima assemblea cittadina ai temi della sanità. Non possiamo che accoglierla con favore, alla luce del fatto che la richiesta riconferma l’impegno del Consiglio comunale, sempre vigile e attento sulle questioni sanitarie e dopo che personalmente, insieme al Sindaco Occhiuto e all’Intersindacale dei medici dell’Ospedale dell’Annunziata, abbiamo da un anno e mezzo a questa parte sollecitato le istituzioni tutte, nessuna esclusa, a cominciare da quelle nazionali e regionali, a porsi realmente il problema delle drammatiche condizioni di carenza di personale e di insicurezza per la salute dei cittadini, in cui versa il nosocomio cittadino”.

Lo afferma l’Assessore   alla sanità, qualità della vita e alla salute pubblica Massimo Bozzo che lancia una sua idea chiedendo al Presidente del Consiglio Comunale Luca Morrone che la seduta monotematica sulla sanità venga convocata direttamente in Ospedale ed ivi si svolga, anche in uno spazio all’aperto e di sera, considerata la calura estiva. “Vogliamo con questo gesto, che potrebbe sembrare una provocazione – dice Bozzo – richiamare l’attenzione di tutti e dare sostanza al nostro disappunto per come stanno andando le cose dopo gli annunci roboanti delle ultime settimane, anche e soprattutto con riferimento alle più volte annunciate assunzioni di personale, rimaste però, ancora una volta, lettera morta.

La convocazione del Consiglio comunale direttamente in Ospedale per dibattere gli ormai cronici problemi della sanità cittadina ed anche il rischio di una penalizzazione sempre più marcata del nostro territorio, in un momento in cui stanno per essere assunte decisioni che peseranno sul futuro di tutto il comparto, diventa un’occasione da non perdere per una mobilitazione che sia veramente tale, L’auspicio è che siano presenti soprattutto i cittadini sulla cui pelle ricadono le carenze e le disfunzioni che si protraggono da tempo immemorabile nell’Ospedale cosentino.

In questi ultimi diciotto mesi abbiamo visto medici e infermieri adoperarsi con tutte le forze per garantire il diritto alla salute del cittadino. Abbiamo toccato con mano i loro sacrifici e il loro spirito di abnegazione, ma abbiamo visto anche medici gettare la spugna e preferire, anche a costo di abdicare alla loro passione, vissuta come una nobile missione, andare anzitempo in pensione, mentre avrebbero potuto restare al loro posto ancora qualche anno.

Ora, però, occorre un ultimo scatto di orgoglio ed è per questo che la prossima seduta del Consiglio comunale sulla sanità, aperta alla cittadinanza, non può essere un’occasione sprecata”.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com