Archivi categoria: Altri Sport

Pollino Bike Festival: tre giorni all’aperto per scoprire il parco Calabro-Lucano

Non solo la Marathon degli Aragonesi, che chiuderà l’evento, ma anche tante occasioni di pedalate lungo i sentieri dell’area protetta 

MORMANNO (CS) – Il Pollino ha tutte le caratteristiche per diventare la nuova meta del cicloturismo italiano, da proporre e far conoscere a chi ama il turismo slow. Ne sono convinti gli organizzatori del Pollino Bike Festival, un evento che per tre giorni fa della Catasta (ideatore di questo spazio per amanti delle due ruote e non solo) il quartier generale di incontri, riflessioni, condivisioni, avventura, divertimento, sport in tema bicicletta che si concluderà con la Marathon degli Aragonesi, la gara per mountain bike inserita nel Trofeo dei Parchi naturali, organizzata dall’Asd Ciclistica Castrovillari che lavora in sinergia con il centro di culture e turismo del Parco nazionale del Pollino per promuovere l’utilizzo delle due ruote. 

Continua la lettura di Pollino Bike Festival: tre giorni all’aperto per scoprire il parco Calabro-Lucano

Cosenza, il sindaco accoglie la Coppa Davis a Palazzo dei Bruzi. Tanti i visitatori

COSENZA – Prima avvolta nel tricolore, poi in tutta la sua maestosità. La Coppa Davis è arrivata a Cosenza e fa bella mostra di sè da questa mattina nella casa comunale, nel salone di rappresentanza, dove resterà fino alle 20,00 di questa sera. Un vero e proprio “pellegrinaggio” quello che ha accompagnato l’esposizione a Palazzo dei Bruzi della più celebre insalatiera d’argento al mondo, con oltre 120 anni di vita. Un trofeo, sicuramente il più prestigioso, vinto dall’Italia del tennis maschile due volte. Dall’Italia la Davis, che Sinner e soci si sono aggiudicati nel novembre del 2023 a Malaga, battendo l’Australia, mancava da ben 47 anni, dal 1976, quando Panatta, Bertolucci, Barazzutti e Zugarelli, con Nicola Pietrangeli capitano non giocatore, sconfissero a Santiago del Cile i padroni di casa.

Prima di aprire al pubblico l’esposizione della Davis, una breve cerimonia ha salutato l’arrivo della Coppa in città. A fare gli onori di casa, in un salone di rappresentanza gremito di autorità, cittadini e dei piccoli studenti della quinta elementare del plesso di via Milelli dell’Istituto comprensivo “Bonaventura Zumbini”, è stato il Sindaco Franz Caruso che non ha nascosto la sua soddisfazione dicendosi “particolarmente orgoglioso del fatto che la Federazione Italiana Tennis abbia scelto Cosenza per questo importante momento. Per la prima volta – ha detto ancora il primo cittadino -questo trofeo così significativo e carico di valori e di importanza, non solo per il tennis, ma per lo sport in genere, arriva qui a Cosenza. Credo non sia un caso – ha ben spiegato Franz Caruso – perché Cosenza dal punto di vista tennistico vanta una nobile tradizione e ha profonde radici”. E il Sindaco ha ricordato che Cosenza ha espresso diversi e validissimi giocatori: da Pino Abate, presente oggi in Comune e con un incarico importante nella Federtennis, come membro della prestigiosa commissione per l’alta formazione (la cosìdetta commissione Lombardi), ma anche Vittorio Magnelli, attualmente responsabile del settore tecnico femminile della Federazione Italiana Tennis, e il giornalista Francesco Kostner. “Tutti espressione del tennis cosentino – ha aggiunto Franz Caruso – che non sarà arrivato ai livelli dei Panatta, Bertolucci, e degli altri, e oggi di Sinner, ma ha dato molto al tennis regionale e nazionale”. Franz Caruso ha espresso un po’ di rammarico per le non molte strutture sportive dedicate al tennis presenti in città, “ma un evento del genere, così importante e significativo come l’arrivo della Coppa Davis a Cosenza – ha rimarcato il Sindaco – potrà rappresentare l’inizio di un nuovo percorso che insieme alla federazione italiana e a quella regionale, che non finirò di ringraziare per il privilegio che ha dato alla nostra città, per aver portato la Coppa Davis nella casa dei cittadini, potremo tracciare per tornare a dotarci di strutture importanti che potranno in futuro ospitare manifestazioni di livello nazionale ed internazionale”. Per Franz Caruso praticare il tennis e lo sport in generale è di grande utilità “non solo dal punto di vista agonistico, ma anche dal punto di vista sociale, perché lo sport aiuta a crescere e a stare insieme. Lo sport detta delle regole e una società senza regole non è una società libera e democratica. Noi dobbiamo fare in modo – ha detto inoltre il Sindaco – che la nostra città possa consentire a tutti di praticare lo sport, perché sappiamo che lo sport è sacrificio, passione, ma purtroppo per praticarlo devono affrontarsi dei costi che non tutti possono permettersi. Il nostro impegno -ha aggiunto- è fare in modo, invece, che tutti possano accedere allo sport senza distinzione alcuna e praticare una disciplina sportiva, facendo emergere il proprio talento, a volte nascosto. Cosenza – ha concluso Franz Caruso – è veramente una bandiera dello sport e oggi raccoglie questo testimone da parte della Federazione italiana tennis e padel, come città che deve guidare la rinascita dello sport nella nostra regione, a partire dal momento più significativo e importante che vivremo da qui a pochi mesi, perché un nostro atleta, il campione di tuffi Giovanni Tocci, ci rappresenterà alle Olimpiadi di Parigi”.

Subito dopo il Sindaco Franz Caruso è intervenuta la consigliera delegata allo sport Chiara Penna che, ringraziando la Federazione tennis nella persona del commissario regionale Joe Lappano, per aver scelto la nostra città e tutti i cittadini che nel corso della giornata si recheranno in Comune ad apprezzare la Coppa, ha espresso l’auspicio di poter ospitare in città anche la coppa più importante del tennis femminile. “Sarebbe una bellissima cosa per lo sport e per la città”. Da sportiva, Chiara Penna si è detta emozionata “per un risultato che è frutto fondamentalmente di una sinergia creata dall’Amministrazione con la federazione territoriale e nazionale”. L’intervento conclusivo è stato del commissario della Federazione Italiana tennis e consigliere federale Joe Lappano che ha con soddisfazione ricordato i 120 anni di storia del trofeo e che era assente dal nostro Paese da ben 47 anni. “Anche questo – ha sottolineato Lappano – ha caricato di emozione questo evento grazie ad un successo tanto atteso e desiderato, arrivato grazie all’esplosione sicuramente di Jannik Sinner, ma anche alla creazione di un gruppo straordinario che ha mostrato una eccezionale compattezza e grande spirito di squadra, come in tutti gli sport di squadra nei quali si vince solo se si è uniti e se si va tutti in un’unica direzione”. Joe Lappano era a Malaga ad assistere al trionfo azzurro “il cui merito – ha rimarcato – va esteso anche agli altri ragazzi, tutti fondamentali”. Il commissario regionale è convinto che quello della Davis di novembre non resterà un successo isolato, contrariamente a quanto accaduto in altre occasioni. “La vittoria in Cile nel ’76 non fu seguita da altri successi. Le basi che abbiamo posto in questo periodo storico con tantissimi giocatori (l’ultima classifica mondiale evidenzia che abbiamo 11 italiani tra i primi 100 al mondo, mai successo nella storia del tennis) fa ben sperare per il futuro e sono convinto che i successi si ripeteranno”. Prima di chiudere il suo intervento, Lappano ha avuto parole di elogio anche per il tennis calabrese a livello giovanile che sta vivendo un momento importante. “C’è un interesse nazionale per alcuni nostri tennisti che hanno anche prospettive per diventare buoni giocatori anche a livello internazionale. I tecnici della federazione ripongono in loro grandi speranze per il futuro del tennis calabrese e italiano”.

Pallanuoto A femminile, Cosenza perde contro Brizz. La salvezza passa dalla finalissima, gara 1 il 15 maggio

Niente da fare per la salvezza diretta di Olio di Calabria igp. La Cosenza pallanuoto perde gara 2 dei playout in casa contro Brizz Catania per 13-14. Deleterio il terzo tempo di una partita intensissima nelle acque calabresi: 4-4, 4-3, 1-6 e 4-1 i parziali.

Tantissimi tifosi sugli spalti della piscina comunale di Cosenza ma non è bastato l’impegno delle ragazze di mister Fasanella che, adesso, dovranno giocare la finalissima dei playout mercoledì 15 maggio con gara 1 della finale che si giocherà in casa.

“Personalità e carattere”, aveva invocato il presidente Francesco Manna prima del match. Adesso, occorre fare quadrato per salvare la categoria e la Serie A1 che è patrimonio calabrese da non perdere.

Insieme verso Parigi 2024: Arcavacata abbraccia il suo campione Giovanni Tocci

Le note della Banda Musicale Città di Rende, quelle dell’inno nazionale, i Tamburi della Sila e poi l’abbraccio collettivo della sua gente, gli “arcavacatari”.

Una festa auspicata già ai Mondiali di Doha quella organizzata oggi nel borgo di Arcavacata per il capitano dell’Italtuffi Giovanni Tocci, grazie all’organizzazione dell’associazione “L’Aquilone”, presieduta da Renè Puntillo, con l’ormai esperta regia di Giuseppe Garofalo e la conduzione sempre misurata di Larissa Volpentesta.

Un abbraccio – per la splendida medaglia d’argento conquistata ai mondiali qatarioti in sincro con il compagno Lorenzo Marsaglia – che diventa sogno collettivo. Il sogno, diventato certezza, di poter partecipare alla terza olimpiade di una carriera ai vertici dei tuffi mondiali ormai da oltre un decennio, e quello, sussurrato appena, di affermarsi in una gara a cinque cerchi (e per scaramanzia non aggiungiamo altro).

Il sostegno della sua gente

“Grazie per la forza che mi trasmettete”, dice Giovanni sul palco sistemato in piazzetta Cuticchio. “Grazie per le emozioni che ci fai vivere”, pensiamo tutti giù dal palco. Ma a verbalizzare il pensiero collettivo sono gli ospiti che uno ad uno salgono sul palco: la delegata Coni Cosenza, Francesca Stancati, il sindaco di Cosenza Franz Caruso e quello di Castiglione Cosentino Salvatore Magarò, l’assessore allo sport di Castrolibero, Annamaria Buono, e il professor Giuseppe Piero Guido, delegato del Rettore dell’Università della Calabria per lo sport (Giovanni frequenta il corso di laurea magistrale in Lingue e letterature moderne con la carriera duale studente – atleta, ndr). Tutti, a vario titolo e con le proprie parole, hanno espresso la propria stima per un atleta che continua a portare in alto la provincia di Cosenza e tutta la Calabria nel mondo dello sport. Un esempio genuino di forza di volontà, impegno e sacrificio.

Ancor prima era salito sul palco il Maggior Davide Furgiuele in rappresentanza del Comandante e di tutto il 1° Reggimento Bersaglieri di Cosenza, sempre molto vicino a Giovanni Tocci, atleta del Centro Sportivo Esercito. Dalla professoressa Gilda De Caro, ex dirigente dell’I.I.S. Lucrezia Della Valle, poi, alcuni ricordi inediti di Giovanni studente liceale: dai sacrifici fatti per i viaggi per le gare, senza mai trascurare le interrogazioni, alla solida collaborazione fra la scuola e la famiglia. Poi l’aneddoto: “le compagne di classe lo ricordano come un ragazzo gentile, educato e belloccio”. Infine sul palco mamma Liberata, papà Gabriele e la nonna paterna, emozionati, commossi e sempre composti.

Insieme a Parigi 2024

Giovanni da parte sua ringrazia con garbo e gentilezza, umiltà. L’invito ai bambini (“praticate sport, vi aiuta a crescere vivendo delle belle emozioni”) e quello alle istituzioni presenti di investire nello sport e nelle strutture sportive. “C’è ancora qualcosa di più grande che si può avverare. Grazie a tutti voi, a tutti i presenti, alle autorità, all’Esercito. Sono orgoglioso e veramente felice di poter essere qui ancora una volta a festeggiare un grande traguardo” . Quindi, dall’associazione “L’Aquilone” l’appuntamento a ritrovarsi tutti insieme dopo le Olimpiadi di Parigi per festeggiare ancora. Sognare si può!

Campionati regionali di sci, tutto pronto per il 5° Trofeo “Altopiano della Sila”

L’assenza di neve ha inevitabilmente penalizzato il calendario della stagione agonistica FISI 2024. Anche al Comitato Calabro Lucano si è dovuto annullare alcune competizioni privilegiando le trasferte ma uno speranza di recupero c’è e domenica 3 marzo, sui percorsi di Monte Botte Donato, si torna a gareggiare con il 5°Trofeo “Altopiano della Sila” di sci nordico, valevole per l’assegnazione dei titoli regionali Sprint a Tecnica Liberanelle categorie Children, Giovani e Senior e per la qualificazione ai campionati nazionali relativamente alle cat. U14 e U16.

Continua la lettura di Campionati regionali di sci, tutto pronto per il 5° Trofeo “Altopiano della Sila”

La Calabria celebra il tennis. Premiati i migliori della stagione FITP

L’atmosfera è quella della grandi occasioni, al Teatro Politeama “F.Costabile” di Lamezia Terme , dove oggi si sono celebrati i successi del tennis e del padel calabrese. A fare gli onori di casa è stato il presidente del comitato regionale e dirigente nazionale FITP, Joe Lappano, che ha sottolineato come i successi ottenuti partono dalla base, dal lavoro che hanno fatto e stanno facendo i circoli disseminati su tutto il territorio calabrese, che continuano a crescere per strutture e numero di affiliati. In Calabria, inoltre, una disciplina che si è prepotentemente imposta è il padel, non a caso, “la nostra regione – ha affermato Lappano – può vantare l’atleta numero 1 del padel in Italia, Lara Meccico”.

Continua la lettura di La Calabria celebra il tennis. Premiati i migliori della stagione FITP

Riparte il campionato di pallanuoto femminile A1: il Cosenza pareggia a Genova

Con il punteggio di 11-11 la Pallanuoto femminile Olio Igp di Calabria pareggia a Genova, contro la Locatelli, alla ripartenza del massimo campionato di serie A1 femminile.

La Olio Igp di Calabria, del presidente Manna, ha ripreso il “cammino” sportivo dopo la sosta dei due mesi dovuta ai mondiali.

Una partita fondamentale, il cui esito ha dato la possibilità di capire concretamente che finale di stagione si attende per la squadra allenata da mister Fasanella. 

Bisognava fare assolutamente risultato per la salvezza e così è stato. 3-3, 3-3, 3-4 e 2-1 il tabellino della partita. A segno per Cosenza Mandelli (tripletta), poi doppietta per Malluzzo, Morrone e Nisticò, e una rete a testa per Ermakova e Zaffina. Quattro rigori contro, di cui due parati da Brandimarte e addirittura 14 espulsioni a sfavore. 

Le dichiarazioni post-partita

“La partita era molto difficile, lo sapevamo. Abbiamo avuto troppi passaggi a vuoto, troppi errori sia individuali che collettivi che avevano complicato la partita. Poi, una magia di Morrone ci ha permesso di portare a casa un punto assolutamente fondamentale per la corsa salvezza”, hanno rimarcato dalla società calabrese. Sicuramente, all’Olio di Calabria è mancato il ritmo partita, anche se vale pure per gli avversari. Occorre fare meglio, il ritorno è un altro campionato. Sia dal punto di vista mentale che individuale e poi di squadra, considerati tutti gli scontri diretti fuori casa. Le potenzialità per salvarsi ci sono tutte.

Gli “Awards” del tennis calabrese, in Calabria il presidente della FITP Angelo Binaghi

Il momento magico del tennis calabrese sarà uno degli argomenti di discussione della cerimonia di premiazione organizzata dal Comitato regionale calabro della FITP (Federazione Italiana Tennis e Padel).  All’evento, che si terrà domani mattina, domenica 25 febbraio, dalle ore 10,30 al Teatro Politeama “Franco Costabile” di Lamezia Terme, prenderà parte anche il Presidente della FITP Angelo Binaghi.

Continua la lettura di Gli “Awards” del tennis calabrese, in Calabria il presidente della FITP Angelo Binaghi

Tennis e padel: la Federazione premia i migliori atleti calabresi del 2023

Il tennis ed il padel calabrese riprendono una tradizione interrotta a causa dell’emergenza pandemica. Si svolgerà, infatti, domenica prossima 25 febbraio, al Teatro Politeama “Franco Costabile” di Lamezia Terme, dalle ore 10.30, la cerimonia di premiazione organizzata dal comitato regionale calabro della Federazione Italiana Tennis e Padel.

Continua la lettura di Tennis e padel: la Federazione premia i migliori atleti calabresi del 2023