Nerd

[Retrospettive] Addio Betamax

betamaxEbbene si, questo 10 novembre 2015 Sony ha dichiarato che smetterà di produrre Betamax, segnando così la fine di questo supporto.

Addio, Betamax…

Ok, ok, non sai cos’è un Betamax, e visto che me lo aspettavo partiamo con un’altra retrospettiva!

Erano i primi anni ’70 e il mondo si stava avvicinando a quella che sarebbe diventata la prima vera e propria rivoluzione digitale, in questo preciso periodo i supporti più usati nel campo, e non mi riferisco solo ai supporti per la video-registrazione ma anche a quelli usati nel campo informatico, erano appunto quelli a nastro magnetico.
Nonostante questo tipo di supporto fosse scomodo per determinate operazioni, basti pensare al fatto che volendo recuperare un dato in un determinato punto si doveva aspettare che il lettore avvolgesse il nastro fino a quel punto mettendoci anche minuti o che fossero sensibili a sbalzi di temperatura (qualcuno ha detto Mr. Robot?), erano molto economici e adatti ai compiti di tutti i giorni.betamax2
Nel campo della video-registrazione professionale i supporti a nastro magnetico furono adottati fin da subito a differenza di quello casalingo che rimase scoperto da questa tecnologia fino al 1972 quando la Philips mise in commercio il N1500 il primo vero dispositivo per la registrazione Home-Video.
Nel 1975 Sony entrò in questo mercato introducendo il Betamax uno standard molto più capiente e di qualità maggiore dei supporti VCR per N1500.
Una cassetta Betamax poteva contenere circa 90 minuti di video alla risoluzione di 350×576 per le frequenze Pal mentre 350×480 per quelle NTSC ad un prezzo estremamente contenuto.
Nonostante le ottime vendite nel 1975 il Betamax divenne presto rivale del più conosciuto VHS sviluppato dalla JVC e distribuito da numerose atre case produttrice.
cowboy bebopNonostante fosse rozzo e di bassa qualità ma con maggiore capienza quest’ultimo il divenne lo standard battendo senza troppi sforzi il nostro dimenticato Betamax riservandogli la nicchia del mercato semi-professionale.
Il supporto è stato nominato molte volte nel campo nerd, sia per sottolinearne la famosa disputa con i VHS, come ad esempio in un famoso episodio di Silicon Valley dove i protagonisti la paragonano a una legata all’ambito religioso, oppure per sdrammatizzare sulle forme molto squadrate dei lettori Betamax che tra l’altro assomigliano molto a quelle della nuova Xbox One.
La citazione nerd sui Betamax per eccellenza rimane quella dell’episodio 18 Speak Like a Child di CowBoy Bebop dove viene recapitata una cassetta alla ciurma del Bebop, portando Spike e Jet a cercare un lettore per vederne il contenuto, lasciando allo spettatore uno dei più emotivi finali di un anime.

Chiudiamo questa retrospettiva ricordando con affetto questo sfortunato supporto, o almeno io lo faccio, tu invece nemmeno lo conoscevi… :p

Pasquale De Rose

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top