Calcio

Cambio al vertice: Il Crotone travolge l’Ascoli e riconquista il primato. Il Cagliari pareggia a Trapani

crotone ascoli1Il campionato di Serie B è giunto ormai alla 30ª giornata: il Crotone ospita all’Ezio Scida l’Ascoli di mister Mangia. Un match determinante per le aspirazioni degli squali rossoblu: i ragazzi di Juric vogliono vincere per tenere il passo del Cagliari, impegnato in trasferta in casa del Trapani. Una sfida importante e impegnativa che termina con la vittoria dei padroni di casa grazie alla doppietta di Palladino al 27′ e al 74′. Il Crotone riconquista la vetta e vola a +1 dal Cagliari che pareggia al 93′.

Juric schiera il 3-4-3, mentre Mangia si affida a un 3-5-2.

Il primo tempo del match dello Scida inizia e sono i padroni di casa che battono palla. Gli ospiti lasciano ai rossoblu la manovra del gioco. Dopo 9′ il Crotone si rende pericoloso nell’area di Lanni: Martella mette il pallone sul secondo palo dove Balasa arriva con un tuffo, ma non riesce a colpire la palla che termina sul fondo. Al 12′ un’altra azione dei pitagorici mette in difficoltà l’Ascoli: Paro serve Palladino che calcia di sinistro dalla distanza, ma Lanni manda in corner. Dopo il primo quarto d’ora, il Crotone fa la partita. Un’alta occasione per i pitagorici arriva al 16′ con Budimir che supera con un sombrero Canini, ma non riesce a coordinarsi e la palla esce fuori. Al 27′ il risultato si sblocca a favore dei rossoblu: sugli sviluppi di un corner Budimir, con un colpo di testa, innesca Palladino che calcia di sinistro e mette la palla nell’angolino in basso a destra. È il primo gol in maglia rossoblu per Raffale Palladino. Crotone 1, Ascoli 0. In questo momento la formazione di Juric è in vetta alla classifica, dal momento che il Cagliari sta perdendo in casa del Trapani per 2 a 0. I bianconeri non perdono le speranze e al 36′ ci provano con Cacia che, però, calcia alto. Il vento condiziona il gioco, non permettendo alle squadre di alzare i ritmi. I marchigiani hanno concluso poco, mentre i calabresi riescono a costruire bene e a finalizzare. Al 44′ sono ancora gli squali ad avere  un’altra palla gol: Palladino tocca per Martella che calcia male di destro, non il suo piede preferito. Da bordo campo comunicano che sono 2 i minuti di recupero, durante i quali il Crotone non si spegne e continua a spingere. Quando manca un minuto alla fine del primo tempo, Balasa mette in mezzo un cross per Palladino che colpisce di testa, ma Lanni para. La Penna fischia la fine al 47′ e le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato parziale di 1 a 0 a favore dell’undici di Juric. 

Foto FC Crotone

Foto FC Crotone

Quando le squadre rientrano in campo, Mangia ha effettuato il primo cambio: fuori Benedicic, dentro Carpani. Sono gli ospiti a battere palla. Gli equilibri non sono cambiati; è ancora il Crotone che pressa alto e che sfiora la rete del raddoppio al 58′: Palladino in profondità per Martella che serve Budimir in area, ma angola troppo e la palla esce fuori. Quattro minuti dopo, i rossoblu sono nell’area dell’Ascoli: ci provano prima con Palladino, poi con Budimir e poi con Martella, ma la difesa avversaria respinge ogni attacco e dopo venti minuti di gioco il risultato non subisce variazioni. Al 68′ si verifica un episodio dubbio: Lanni in uscita travolge Budimir, che lo aveva anticipato di testa; Canini salva sulla linea, ma l’arbitro lascia proseguire. L’attaccante ricorre al cure dello staff e non riesce a rientrare; prende il suo posto Stoian. La partita si accende e anche Juric mostra il suo disappunto; nel frattempo Palladino vien ammonito per proteste. I calabresi ripartono con più determinazione. Quando il cronometro segna il 74′, Ferrari parte sulla fascia sinistra e scambia con Stoian che serve Palladino: il suo colpo di testa è imprendibile per Lanni. Crotone 2, Ascoli 0. Palladino sta giocando un’ottima partita. Al 79′ va a segno anche Ferrari su corner, ma La Penna annulla il gol del 3 a 0 per un presunto fallo in attacco di Claiton. All’88 Juric concede la standing ovation a Palladino che esce tra gli applausi dei tifosi: l’attaccante è l’autore della doppietta che sta consegnando la vittoria in mano alla squadra rossoblu. Si giocherà fino al 94′. Il Crotone vince per 2 a 0 contro l’Ascoli.

I padroni di casa hanno fatto la partita, non rischiando e non concedendo nulla agli avversari. Il Crotone ha cercato la vittoria e l’ha trovata. L’Ascoli  ha avuto un atteggiamento remissivo fin dai primi minuti di gioco; non ha quasi mai cercato il vantaggio e ha sempre aspettato un errore dei rossoblu, che non hanno sbagliato un passaggio. L’undici di Juric conquista la vittoria e la vetta della classifica: sale a 63 punti, a +1 dal Cagliari che pareggia a Trapani al 93′.

TABELLINO

CROTONE: Cordaz; Garcia Tena, Claiton, Ferrari; Balasa, Paro, Salzano, Martella; Di Roberto (66′ Sabbione) Budimir, Palladino (88′ Torromino). A disp: Festa, Modesto, Zampano, Barberis, Capezzi, Stoian, De Giorgio. All. Juric

ASCOLI: Lanni; Del Fabro (75′ Doudou), Canini, Mitrea; Almici, Jankto, Bianchi, Benedicic (46′ Carpani), Dimarco; Cacia, Petagna (88′ Perez). A disp: Svedkauskas, Cinaglia, Iotti, Addae, Giorgi, H’Maidat. All. Mangia

Reti: 27′ e 74′ Palladino (C)

Arbitro: La Penna di Roma1
Assistenti: Bindoni di Venezia e Fiore di Barletta
Quarto uomo: Luciano di Lamezia Terme

Angoli: 3 a 0

Rec: 2′ pt, 4′ st

Ammoniti: Canini (A), Almici (A), Palladino (C)

Spettatori: 6184

di Patrizia Palermo

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com