Calcio

Catanzaro padrone al Ceravolo: Cavese sconfitta 2-1

CATANZARO – CAVESE 2-1

CATANZARO (3-4-1-2) : Branduani; Riccardi (1’st Evan’s), Fazio, Martinelli; Casoli, Verna (45’st Corapi), Risolo, Garufo; Carlini (36’st Baldassin); Curiale (1’st Evacuo), Di Massimo (21’st Di Piazza). In panchina: Di Gennaro, Iannì, Salines, Riggio, Pinna, Contessa, Baldassin, Altobelli. All.: Calabro

CAVESE (4-3-3) : Bisogno; Tazza, Matino (33’st Marzupio), De Franco, Semeraro; Esposito, Cuccurullo (16’st Onisa), Favasuli; Senesi (33’st Monteperto), Vivacqua (21’st Germinale), Russotto. In panchina: D’Andrea, Paduano, Ricchi , Cannistrà, Migliorini, Pompetti, De Paoli, Montaperto, Forte. All.: Maiuri

ARBITRO: Costanza di Agrigento

NOTE: Ammoniti: Risolo (CZ), Evan’s (CZ)

MARCATORI: 17’st Risolo (CZ), 37’st Di Piazza (CZ), 45’ st Germinale (CV)

 

CATANZARO – Inizio deciso dei giallorossi, con Di Massimo che entra subito in temperatura. L’ex Sambenedettese parte in slalom nel corrodoio centrale del campo, apparecchia la palla per il tiro e dai venti metri con l’interno colpisce la traversa; la sfera non esce e così, sul prosieguo dell’azione, Garufo colpisce il lato esterno della rete. Purtroppo per Calabro però, il resto della partita non è così arrembante. La Cavese si chiude bene e concede poco. In avanti si fa vedere con un bel destro di Russotto, che costringe Branduani a deviare in corner.

Nel secondo tempo il Catanzaro avverte l’urgenza del risultato e prova ad attaccare con più uomini vicino l’area. Le aquile confezionano anche un’azione interessante, con un bel cambio gioco per Di Massimo a sinistra che con uno scavetto serve in area Carlini. La girata dell’ex Benevento però colpisce a malapena il pallone, agevolmente bloccato dal portiere. A sbloccare la gara ci pensa un gesto tecnico estemporaneo, un bolide di Risolo dai venticinque metri che termina sotto l’incrocio del secondo palo. A ben vedere, però, l’azione testimonia la maggior pericolosità nello sviluppo dei giallorossi: tutto nasce con un cambio gioco per Garufo a destra; al momento del cross rasoterra in area ci sono le due punte più Evans, l’esterno sinistro, pronto eventualmente a chiudere sul lato debole, e un paio di giocatori vicini l’area. Tra cui, appunto, Risolo, che sblocca la gara. Ma la partita non finisce qua. C’è anche un brivido, con Russotto che di testa quasi la piazza all’incrocio del palo lontano. Il raddoppio arriva grazie a un bel break centrale di Evans, che libera Di Piazza al tiro; l’ex Catania mira all’angolino basso e non sbaglia. Sul finale arriva il gol della bandiera della Cavese, con l’ex Germinale che trasforma un rigore causato da un tocco di mani in area di Risolo.

Poco male, non è rimasto tempo e così il Catanzaro può rinsaldare la propria posizione alle spalle del terzetto di testa.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com