Calcio

Il Cosenza chiude il campionato vincendo in casa della Salernitana

Salernitana. - Cosenza

SALERNITANA – COSENZA 1-2

SALERNITANA (3-4-1-2): Micai 6,5; Mantovani 6 Schiavi 6 (43’ st Jallow sv) Lopez 5,5; Casasola 5,5 Minala 5,5 (36’ st Akpa Akpro sv) Di Tacchio 6 Memolla 5,5 (1’ st Mazzarani 6); Rosina 6,5; Djuric 6 Calaiò 5,5. In panchina: Vannucchi, Gigliotti, Migliorini, Akpa Akpro, D. Anderson, Odjer, A. Anderson, Jallow, Orlando, Volpicelli, Vuletich. Allenatore: Gregucci 6.

COSENZA (3-5-2): Saracco 6,5; Capela 6 Schetino 6 Legittimo 6 (6’ st Dermaku 6); Bittante 6,5 Bruccini 6,5 Palmiero 7,5 Trovato 6 (1’ st Embalo 6,5) D’Orazio 6; Garritano 7 Tutino 6,5 (20’ st Sciaudone 6,5). In panchina: Perina, Mungo, Izco, Sueva, Maniero, Baez. Allenatore: Braglia 7.

ARBITRO: Guccini di Albano Laziale 6.

MARCATORI: 44’ pt Garritano (C), 8’ st Rosina (S), 45’ st Palmiero (C).

NOTE: spettatori 6mila di cui 700 ospiti circa. Espulso al 38’ st l’allenatore Gregucci (S) per proteste. Ammoniti: D’Orazio (C). Angoli: 0-6. Recupero: 1‘ pt, 6‘ st.

SALERNO – Dopo la salvezza matematica, raggiunta in casa contro il Venezia, il Cosenza gioca l’ultima del torneo allo stadio “Arechi” e vince con una prestazione assolutamente di qualità e di giocate di ottimo livello (foto sito ufficiale).  

Padroni di casa alla ricerca dei punti fondamentali al cospetto invece di una formazione ospite che ha già raggiunto la salvezza matematica. La Salernitana propone il 3-4-1-2 inserendo Rosina nel ruolo di trequartista mentre Braglia fa giocare dall’inizio Schetino e Trovato oltre a Garritano nel ruolo di seconda punta insieme al compagno Tutino. 

Cosenza in vantaggio con Garritano

Cosenza aggressivo sin dai minuti iniziali. Al 9’ conclusione dalla distanza di D’Orazio con la sfera che vola alta rispetto alla porta difesa da Micai. Schetino scivola su un disimpegno ma la Salernitana non ne approfitta in contropiede. Colpo ravvicinato di testa di Djuric  al 24’ ma l’impatto è da dimenticare. Intervento plastico di Micai dopo il tiro a giro di Bruccini. 

Passaggio filtrante di Garritano ma D’Orazio non trova il tocco decisivo e palla che termina sul fondo. Squadra campana in avanti al 40’ di gioco con un calcio piazzato di Rosina sul quale Bittante fa partire un contropiede che si ferma a metà campo. Il Cosenza sbuca alle spalle della Salernitana e Garritano fa centro su assist di Tutino: errore della difesa di casa. 

Salernitana, pari di Rosina

Nella ripresa escono Trovato e Legittimo ed entrano Embalo e Dermaku. Nella Salernitana, invece, entra Mazzarani al posto di Memolla. Al minuto 8 azione confusa nella quale Rosina si trova la palla dell’1-1. Grande  scambio Tutino-Embalo con il calciatore scuola Napoli che prova il pallonetto: Micai para. Tutino è costretto a uscire: al suo posto entra Sciaudone.

Spinge la formazione di casa forte del pari che ha riavviato il gruppo di Gregucci. Sinistro pericoloso per il Cosenza che capita sui piedi di Garritano: palla alta. Calabresi in ottica offensiva e tiro ribattuto calciato da Sciaudone. Ancora rossoblù che fanno tremare l’Arechi con un tocco filtrante di Palmiero per Bittante che la mette al centro ma Garritano la tocca male. 

Palmiero, primo gol in Serie B

Akpa Akpro entra in campo e Salernitana in campo con quattro attaccanti. Il tecnico dei granata Gregucci viene espulso. Embalo cerca il primo palo ma la sfera al 40’ termina al lato. Colpo che stava per entrare nella porta di Micai ma l’estremo difensore la prende. Rosina illumina e Casasola tenta il diagonale. Un altro intervento di Micai sul tiro a giro di Garritano che fa tremare, ancora una volta, lo stadio “Arechi”.

Alla fine il Cosenza può fare festa con un tiro decisivo di Palmiero che fa gioire il pubblico di fede rossoblù. Sei minuti di recupero e Salernitana che sprofonda nella zona play-out. 

Alessandro Artuso 

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com