Calcio

Il Catanzaro batte la Juve Stabia, secondo posto a soli due punti

JUVE STABIA – CATANZARO 0-1

JUVE STABIA (3-4-3): Farroni; Mulè, Troest, Elizalde (dal 33’ st Scaccabarozzi); Garattoni (dal 33’ st Borrelli), Vallocchia, Berardocco (dal 33’ st Lia), Caldore (dal 44’ st Ripa); Fantacci (dal 44’ st Cernigoi), Orlando, Marotta
A disposizione: Russo, Gianfagna, Guarracino, Esposito, Suciu, Oliva
Allenatore: P. Padalino

CATANZARO (3-4-2-1): Di Gennaro; Scognamillo, Riccardi (dal 3’ st Porcino), Martinelli; Pierno, Baldassin, Risolo, Di Massimo (dal 34’ st Verna), Gatti; Carlini (dal 44’ st Parlati), Curiale (dal 33’ st Evacuo)
A disposizione: A disposizione: Mittica, Branduani, Jefferson, Molinaro, Grillo
Allenatore:A. Calabro

ARBITRO: Davide Moriconi Sez. Roma 2

NOTE: Ammoniti: 32’ Riccardi (C), 43’ Troest (J), Elizalde (J), 17’ st Pierno (C), 28’ st Scognamillo (C)
Corner: sette per la Juve Stabia, quattro per il Catanzaro
Recupero: 1’ pt; 2’ st

MARCATORI: 8’ st Pierno (C)

 

CASTELLAMMARE DI STABIA – Il Catanzaro batte la Juve Stabia in trasferta, stacca il Bari a +4 e vede il secondo posto, con l’Avellino distante solo due lunghezze. Una vittoria da grande squadra per gli uomini di Calabro, nel recupero della partita che era stata rimandata due settimane fa per il focolaio di Covid scoppiato tra i giallorossi.

I campani provano a fare la partita, ma le aquile sono un blocco solido. Al ’18 un cross rasoterra finisce sui piedi di Garattoni al limite dell’areea, ma il tiro è lento e impreciso. Il Catanzaro risponde con una triangolazione tra Curiale e Carlini sventata all’ultimo dalla difesa delle vespe. Gli stabiesi sono pericolosi, quando recuperano palla ripartono velocemente e con molti uomini. Una transizione alla mezzora libera al tiro Berardocco da dentro l’area; la conclusione, giunta dopo una bella palla a rimorchio, colpisce un avversario e salva Di Gennaro.

L’occasione migliore per i padroni di casa arriva nelle prime battute del secondo tempo. Un lancio alla cieca becca la corsa profonda di Orlando, che sorprende la difesa giallorossa alle spalle ed entra in area; dai suoi piedi nasce una bella palla rasoterra che Marotta deve solo spingere in porta; la sua scivolata però manca la sfera e il Catanzaro si salva. Sette minuti dopo arriva lo splendido gol di Pierno, che riceve al limite, converge e calcia benissimo sul secondo palo. La Juve Stabia è furente, pensa di meritare qualcosa di più. Prima ci prova con una punizione di Berardocco, poi con un colpo di nuca di Elizalde che si stampa sulla traversa. Al ’75 Orlando prova a replicare il gol di Pierno, ma il suo mancino termina a lato. Qualche minuto dopo Di Gennaro è reattivo su un potente tiro di Fantacci. Arriva così una delle vittorie più importanti della stagione.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com