Calcio

Il Catanzaro sogna il secondo posto, Bisceglie battuto 1-0

CATANZARO – BISCEGLIE 1-0

CATANZARO ( 3-4-1-2): Di Gennaro; Scognamillo, Riccardi, Gatti; Pierno (dal 41’’ st Grillo), Parlati (dal 9’ st Corapi), Risolo (dal 21’ st Jefferson ), Baldassin; Carlini; Di Massimo, Evacuo (dal 9’ st Curiale). In panchina: Mittica, Branduani, Molinaro. All.: A. Calabro

 

BISCEGLIE (3-5-2): Spurio, Vona, Priola, Altobello (dal 27’ st Tazza); Giron, Romizi (dal 9’ st Maimone), Mansour, Sartore (dal 26’ st Rocco), Gilli; Musso (dal 14’ st Pedrini), Makota (dal 26’ st Cecconi). In panchina: Russo, De Marino, Ibrahim, Zagaria, Vitale, Goffredo, Hassan. All.: A. Papagni

ARBITRO: Frascaro di Firenze

NOTE: Ammoniti: 17’ pt Scognamillo (C), 31’ pt Romizi (B), 33’ pt Parlati (C), 46’ pt Altobello (B), 4’ st Musso (B), 33’ st Maimone (B), 37’ st Cecconi (B). Corner due corner per parte. Recupero: 1’ pt; 4′ stM

MARCATORI 22’ st Curiale (C)

 

CATANZARO – Un gol di Curiale sancisce la vittoria del Catanzaro sul Bisceglie penultimo e lancia i giallorossi a meno cinque dal secondo posto. La sconfitta dell’Avellino contro la Ternana, promossa oggi in Serie B, è una splendida notizia per le aquile, nonostante la vittoria del Bari che mantiene il terzo posto.

La prima occasione è degli ospiti, al secondo minuto. Un rimpallo libera Makota sulla destra; il cross radente del francese incontra il taglio in area di Musso, ma la palla termina di poco a lato. La partita non è molto attrattiva, per usare un eufemismo. Di occasioni neanche l’ombra e il ritmo dei passaggi è più lento del solito. Alla mezz’ora da un altro rimpallo, stavolta al limite dell’area pugliese, si alza un campanile che termina sulla testa di Carlini; l’ex Frosinone colpisce la traversa, ma l’arbitro aveva fermato il gioco su segnalazione del guardalinee.

Il secondo tempo inizia in maniera simile al primo, con una grande palla gol per il Bisceglie. La palla arriva sul sinistro di Giron, esterno e giocatore più creativo tra gli uomini di Papagni; dal suo piede parte un perfetto cross a giro che impatta sulla testa di Sartore; Di Gennaro però si distende sul secondo palo e manda in corner, confermandosi come uno dei migliori portieri della categoria. Si ripete pochi secondi dopo, sull’angolo seguente, respingendo la deviazione ravvicinata di Romizi. Nel frattempo entrano Curiale e Jefferson, i protagonisti che cambieranno la partita. Al 66′, infatti, arriva il gol decisivo: Carlini crossa a rientrare, il brasiliano controlla spalle alla porta, si gira e calcia; la palla viene ribattuta sul piede di Curiale che scarica di violenza alle spalle di Spurio. Premio meritato per un attaccante sempre utile per la squadra ma a volte poco preciso sotto porta. Al 78′ l’occasione del raddoppio capita sui piedi di Carlini, che dopo una deviazione colpisce il palo col portiere in uscita. Finisce con i tre punti dopo una delle gare più ciniche del Catanzaro di Calabro.

Print Friendly, PDF & Email
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com