Calcio

Nessuna rete tra Cosenza e Ascoli: lacrime d’addio per Baclet

Allan Pierre Baclet durante Cosenza - Ascoli

COSENZA – ASCOLI 0-0

COSENZA (3-5-2): Perina 6,5; Idda 6 Dermaku 6,5 Legittimo 6,5; Corsi 6 Mungo 6 (26’ st Garritano 5,5) Palmiero 6,5 Bruccini 6 D’Orazio 6 (18’ st Baez 6); Tutino 6 Baclet 6,5 (18’ st Maniero 5,5). In panchina: Cerofolini, Saracco, Perez, Schetino, Pascali. Allenatore: Braglia 6.

ASCOLI (4-3-1-2): Bacci 6,5; Laverone 6 Brosco 6 Valentini 6 Cavion 6; Frattesi 6,5 (39’ st Baldini sv) Troiano 6 Casarini 6,5; Ninković 6,5 (43’ st Padella sv); Ngombo 5,5 (25’ st Rosseti 6) Beretta 6,5. In panchina: Lanni, Scevola, Carpani, Quaranta, Kupisz, Sarli. Allenatore: Vivarini 6.

ARBITRO: Abbatista di Molfetta 6.

NOTE: spettatori 6mila circa di cui 107 ospiti. Al 30’ st espulso il direttore sportivo Stefano Trinchera (C) per proteste. Espulsi: . Ammoniti: Baclet, Legittimo, Corsi (C). Angoli: 6-3. Recupero: 0‘ pt, 4’ st.

COSENZA – Gara senza reti nel match tra Cosenza e Ascoli. Un punto per parte al termine di un confronto che ha visto entrambe le squadre non risparmiarsi. 

Prima gara del 2019 per il Cosenza che è reduce dal pari interno contro la Salernitana. I rossoblù schierano il consueto 3-5-2 mentre gli ospiti optano per il 4-3-1-2. La squadra calabrese conferma la coppia in avanti composta da Tutino e Baclet: l’attaccante francese parte dal primo minuto. L’Ascoli gioca con Ninković nel ruolo di trequartista davanti al duo Ngombo-Beretta.

Corsi salva sulla linea

Al minuto 2 Baclet tenta la giocata con una rovesciata ma il pallone termina fuori (foto profilo Facebook ufficiale del Cosenza). Discesa sulla sinistra di Tutino che serve il compagno Palmiero: conclusione fuori dai 30 metri del centrocampista. I bianconeri rispondono al 8’ ma Perina blocca centralmente. Occasione importante sull’asse Baclet-Tutino con quest’ultimo che calcia debolmente.

L’attaccante francese recupera palla facendo partire Mungo che tira, dai 30 metri, ma Bacci si stende e para. Spinge maggiormente il Cosenza mentre l’Ascoli decide per una fase attendista. Laverone spaventa al 32’ la difesa rossoblù: palla che termina al lato. Tutino impatta in maniera non positiva la sfera reagendo, vistosamente, dopo l’errore dai 20 metri. Miracolo dell’estremo difensore Perina sulla conclusione ravvicinata di Casarini. Salvataggio, quasi sulla linea, di Corsi sul colpo di testa di Valentini. 

Baclet esce tra gli applausi

Ritorno in campo senza sostituzioni. Miracolo di Bacci sul colpo di testa di Baclet su assist di Bruccini. L’Ascoli avanza con il calciatore Frattesi, di proprietà del Sassuolo, ma la difesa rossoblù manda in angolo. Brivido per il Cosenza con Frattesi abile nel destreggiarsi facendo partire un preciso tiro a giro: palla alta di poco.

Doppio cambio per i calabresi che passano all’attacco. Entrano Maniero e Baez ed escono Baclet e D’Orazio. Vivarini risponde con l’ingresso di Rosseti in avanti al posto di Ngombo. Ultima sostituzione per Braglia che si gioca la carta Garritano. Beretta prova a piazzare il mancino ma la sfera non gira a dovere.

Ascoli più pericoloso

Pericolo con Rosseti e palla esce per una questione di centimetri. Vivarini ci crede facendo entrare un altro calciatore offensivo come Baldini che prende il posto d Frattesi per poi optare per Padella. Abbatista, nel frattempo, concede 4 minuti di recupero. Dopo il fischio finale punto numero 20 conquistato per il Cosenza, 25 per l’Ascoli. 

Alessandro Artuso

Print Friendly, PDF & Email

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com