Tutti gli articoli di admin

Scherma Club Corigliano in gran forma alla I Prova Gpg Interregionale in Campania

La Scherma Club Corigliano ottiene ottimi risultati al pala “Coscioni” di Nocera Inferiore (Sa). Nella prima prova interregionale Gpg under 14, pre-agonistica e promozionale riservata alle regioni Basilicata, Calabria, Campania e Molise che si è svolta venerdì 13 e sabato 14 ottobre, la compagine dell’istruttrice Emanuela Bruno ha fatto registrare incoraggianti risultati.

Continua la lettura di Scherma Club Corigliano in gran forma alla I Prova Gpg Interregionale in Campania

Mottafollone, sindaco Basile: “No ad Arrical. Non vogliamo disagi per i nostri cittadini”

Sono molto chiare le intenzioni del sindaco Romeo Basile e di tutta l’Amministrazione comunale di Mottafollone che hanno scelto di schierarsi a favore dei cittadini ribadendo con forza il loro rifiuto ad ARRICAL – Autorità dei Rifiuti e delle Risorse Idriche della Calabria.

Leggi tutto: Mottafollone, sindaco Basile: “No ad Arrical. Non vogliamo disagi per i nostri cittadini”

LA NOTA DEL SINDACO ROMEO BASILE E DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MOTTAFOLLONE

“Il sindaco dott. Romeo Basile e l’Amministrazione comunale di Mottafollone scelgono di stare dalla parte dei Cittadini ribadendo con forza il NO ad ARRICAL e annunciano di opporsi con ogni mezzo democratico alla Delibera della Giunta Regionale Calabrese del 6 ottobre 2023 che ha nominato l’ennesimo commissario ad acta per l’adozione del provvedimento di adesione all’Autorità dei Rifiuti e delle Risorse Idriche della Calabria oltre che per Mottafollone anche per i comuni di Orsomarso, Lungro, Badolato, Saracena, Maropati che vanno ad aggiungersi a tanti altri comuni calabresi”.

Dichiara con forza il Sindaco: «La nostra è una precisa volontà politica a sostegno dei cittadini nonché dei nostri servizi impeccabili; non si tratta di un inadempimento. Nel documento, allegato al comunicato stampa, approvato nella seduta di Consiglio Comunale del 30 settembre 2023, abbiamo espresso tutti i nostri dubbi e le nostre preoccupazioni per la questione ARRICAL e per la gestione autoritaria della Regione Calabria con l’imposizione di questo nuovo soggetto senza un percorso condiviso con i comuni calabresi.

Nel documento si evidenza il rischio che ARRICAL, disposta dalla L.R. n. 10 del 20/04/2022 approvata quasi silenziosamente, possa diventare la velata anticamera di una pericolosa privatizzazione che porterà ad una preoccupante escalation di problemi con aumenti notevoli delle tariffe attuali, disagi e ritardi su gestione e manutenzione delle problematiche, tanti interrogativi senza risposte sul ruolo futuro degli impianti di proprietà comunale e delle loro reti idriche nonché degli operatori e dei lavoratori del settore.

Questa dunque la nostra scelta con l’auspicio che possa favorire un cambio di rotta alle posizioni intransigenti della Regione Calabria ed un nuovo fattivo confronto con i comuni per la realizzazione di un piano idrico e dei rifiuti condiviso da tutti. D’altro canto e per i motivi sopra esposti quest’amministrazione non esiterà a lottare con ogni strumento democratico e concesso dalla Costituzione Italiana nella difesa dei diritti dei cittadini e degli Enti Locali a cui le funzioni di idrico e rifiuti sono state trasferite per legge».

M. Logozzo

Pallanuoto, al via l’A1 femminile con Cosenza. Gli auguri del presidente Porcaro

Si alzerà Domenica 1 Ottobre il sipario sul massimo campionato di pallanuoto femminile. Ai nastri di partenza unica formazione calabrese, l’Olio di Calabria IGP Cosenza Pallanuoto. Per la neopromossa formazione allenata da Francesco Fasanella, esordio in trasferta contro le campionesse d’Italia dell’Equipe Orizzonte Catania. Un impegno improbo per il “sette” cosentino che certamente tenterà l’impresa di uscire indenne dal confronto, anche se non è da queste partite che ci si aspetta di fare punti, ma di fare esperienza e accrescere l’autostima certamente si. Alla compagine calabrese non mancheranno gli stimoli e la voglia di ben figurare. La squadra affronterà questa stagione notevolmente rafforzata con gli innesti di Alice Mandelli, Vittoria Occhione e delle straniere Miriam Ciudad Herrera (Spagna), Elvira Ermakova (Russia) e Enmily Salcedo Garcia (Cuba).

Per la formazione calabrese sarà la seconda esperienza nella serie A1, dopo la storica partecipazione nella stagione 2014/2015 e fino al termine della stagione 2017/2018.

Era l’epoca dell’indimenticato Presidente Giancarlo Manna e artefice della nuova promozione, Francesco Manna che ha saputo brillantemente raccoglierne l’eredità.

Tutto pronto per il debutto dell’Olio di Calabria IGP Cosenza Pallanuoto, con l’augurio di ben figurare da parte del Presidente e dell’intero Comitato Regionale della Federazione Italiana Nuoto.

“Sarà una stagione esaltante per tutto il movimento nel seguire la compagine cosentina nella massima divisione – sottolinea Alfredo Porcaro – e sarà un anno impegnativo e di grande esperienza per le nostre giovani atlete. Per qualcuna di loro sarà la prima volta nella serie A1 dove affronteranno società blasonate. Di sicuro sapranno ben figurare, iniziando un’avventura importante per la loro crescita e il loro futuro. Un in bocca al lupo al presidente, ai dirigenti, ai tecnici e alle giocatrici”.

A Cosenza in campo l’U17 Femminile con le gare della prima fase di qualificazione all’Europeo

Lo stadio ‘San Vito-Gigi Marulla’ ed il ‘Real Cosenza’ ospiteranno le gare delle Azzurre con Slovenia, Francia e Scozia

Saranno lo stadio ‘San Vito-Gigi Marulla’ e lo stadio ‘Real Cosenza’ a ospitare il Round 1 di qualificazione all’Europeo Under 17 Femminile. Appuntamento in Calabria dal 9 al 15 ottobre, con l’Italia che affronterà la Slovenia (lunedì 9), le campionesse d’Europa della Francia (giovedì 12) e la Scozia (domenica 15). Le ragazze di Jacopo Leandri giocheranno le tre gare al ‘San Vito-Marulla’ (quella contro la Francia sarà trasmessa in diretta su RaiSport, quelle contro Slovenia e Scozia andranno invece in onda su figc.it).

Cosenza ha già ospitato la Nazionale A maschile nel 1967 (contro Cipro in una sfida di qualificazione all’Europeo), l’Under 21 nel 1985 e nel 1988 (due test amichevoli contro Spagna e Malta) e la Nazionale A femminile, che nel 1996 sconfisse 2-1 l’Inghilterra in una partita di qualificazione all’Europeo. Sarà inoltre una settimana a tinte Azzurre in Calabria: venerdì 13 ottobre, infatti, la Nazionale Under 20 maschile disputerà allo stadio ‘Nicola Ceravolo’ di Catanzaro la partita di Elite League contro la Polonia.

Il calendario del Gruppo A3 (9-15 ottobre 2023)

Prima giornata (9 ottobre)
Ore 11: Francia-Scozia (stadio ‘Real Cosenza’)
Ore 16: ITALIA-Slovenia (stadio ‘San Vito-Gigi Marulla’, diretta streaming sul sito FIGC)

Seconda giornata (12 ottobre)
Ore 11: Slovenia-Scozia (stadio ‘Real Cosenza’)
Ore 17: Francia-ITALIA (stadio ‘San Vito-Gigi Marulla’, diretta RaiSport)

Terza giornata (15 ottobre)
Ore 11: Slovenia-Francia (stadio ‘Real Cosenza’)
Ore 11: Scozia-ITALIA (stadio ‘San Vito-Gigi Marulla’, diretta streaming sul sito FIGC)

IL REGOLAMENTO

La Lega A delle qualificazioni all’Europeo Under 17 femminile comprende 28 squadre. Sono previsti sette gironi sotto forma di mini tornei in sede unica: le quarte classificate di ciascun girone retrocederanno in Lega B per il secondo turno 2023-24, mentre le altre posizioni decideranno le teste di serie della Lega A per il Round 2, in programma a marzo. Il secondo turno della Lega A deciderà le sette squadre che raggiungeranno la Svezia alla fase finale (5-18 maggio 2024), che fungerà anche da qualificazioni UEFA per la Coppa del Mondo FIFA Under 17 femminile nella Repubblica Dominicana.

Nella scorsa stagione, l’Under 17 femminile guidata da Jacopo Leandri superò la prima fase di qualificazione giocata in Italia (Emilia-Romagna) piazzandosi terza in un girone che comprendeva anche Francia, Islanda e Svizzera: stessa posizione raggiunta anche nel Round 2 giocato in Francia contro Francia, Irlanda e Kosovo. Piazzamento, questo, che ha consentito all’Italia di restare in Lega A. 

A. M.

Catanzaro fermato in casa dal Cittadella

CATANZARO – Finisce 1-1 al Ceravolo la sfida tra Catanzaro e Cittadella, valevole per la 7^ giornata del campionato di Serie B.

Reti nel primo tempo: al 3′ Carissoni la sblocca subito per gli ospiti con un gran tiro dal limite, nulla da fare per l’incolpevole Fogliati. Ma le cose cambiano al 26′ grazie al calcio di rigore concesso al Catanzaro in seguito a check del Var, per atterramento di Biasci in area ad opera di Vita; dal dischetto, al secondo tentativo – penalty ripetuto per i movimenti del portiere -, Donnarumma batte Kastrati che inizialmente aveva intuito il tiro.

Nella ripresa il risultato non cambia e Catanzaro – Cittadella finisce in parità.

Catanzaro – Cittadella 1 – 1

Catanzaro (4-4-2): Fulignati; Katseris (38’ st Oliveri), Scognamillo, Brighenti, Veroli; Sounas (14’ st Stoppa), Ghion, Verna, Vandeputte; Donnarumma (13’ st Iemmello), Biasci (27’ st D’Andrea)
A disposizione: Sala, Borrelli, Krastev, Krajnc, Belpanno, Pontisso, Brignola, Ambrosino
Allenatore: Milani

Cittadella (4-3-1-2): Kastrati; Salvi, Angeli, Pavan, Carissoni; Vita (32’ st Tessiore), Branca, Carriero (41’ st Kornvig); Cassano (8’ st Danzi); Magrassi (41’ st Baldini), Maistrello (8’ st Pittarello)
A disposizione: Maniero; Frare, Rizza, Girando, Mastrantonio, Saggionetto
Allenatore: Gorini

Arbitro: GhersiniAssistenti: Cavallina – GalimbertiQuarto ufficiale: Gangi. Var: Serra. Ass. Var: Camplone

Marcatori: 3’ Carissoni (CIT), 26’ rig. Donnarumma (CAT);

NOTE: Angoli: cinque Catanzaro, due Cittadella; Ammoniti: 48’ pt Vita (CIT); 43’ st Branca (CIT), 50’ st Pittarello (CIT); Recupero: 5‘ pt; 5’ st.

‹Foto: U.S. Catanzaro 1929

Cosenza battuto in casa dalla Cremonese

Cremonese corsara al “Marulla” mentre il Cosenza trova la sua terza sconfitta di campionato, la seconda tra le mura amiche.

COSENZA – CREMONESE 1-2

COSENZA: Micai; Cimino (44′ st Crespi), Venturi, Sgarbi, Fontanarosa (32′ st D’Orazio); Marras (32′ st Florenzi), Voca (13′ st Viviani), Calò, Canotto (13′ st Mazzocchi); Tutino, Forte.  A disp. : Marson, Rispoli, Meroni, La Vardera, Praszelik Arioli, Zilli.  All. : Caserta
CREMONESE
: Sarr; Antov, Ravanelli, Lochoshvili; Sernicola, Collocolo, Castagnetti (36′ st Majer), Abrego (26′ st Okereke); Zanimacchia (26′ st Ghiglione), Vasquez (39′ st Bertolacci); Coda (39′ st Ciofani). A disp. : Saro, Jungdal, Rocchetti, Pickel, Valzania, Brambilla, Sekulov, Tsadjout.  All. : Stroppa

ARBITRO: Giuseppe Collu di Cagliari. Assistenti: Prenna di Molfetta, Trasciatti di Foligno,. IV ufficiale: Mucera di Palermo. VAR: Mariani di Aprilia. AVAR: Camplone di Pescara.
MARCATORI: 17′ st Collocolo, 19′ st Mazzocchi, 35′ st Coda,
NOTE: Spettatori: 4.931 , abbonamenti emessi: 790 , quota abbonati: €10.235 , tifosi squadra ospite: 46, incasso: € 38.493. Espulsi: -. Ammoniti: Lochoshvili (CRE), Fontanarosa (COS)  Tutino (COS)-. Angoli: -. Recupero: 1′ pt – 5′ st

Bel primo tempo con occasioni da una parte e dall’altra. Il Cosenza ci prova con Canotto, Marras e Tutino che al 40′ colpisce il palo, a pochi passi dalla porta. La Cremonese non è da meno e insidia Micai con l’ex Collocolo e gli esperti Vazquez e Coda (due volte). Prima dell’intervallo un altro tentativo senza esito di Tutino. Parte meglio nella ripresa la Cremonese che al 16′ va a segno con un preciso destro di Collocolo. Il vantaggio dura un minuto: il nuovo entrato Mazzocchi di testa su corner insacca. Il confronto resta vibrante. Il Cosenza sfiora il sorpasso con una ripartenza di Tutino frenato da portiere e difensori. Ma al 33′ sono i lombardi a segnare il gol del definitivo 2-1 con Coda che anticipa di testa il portiere Micai. Inutili le proteste dei calabresi per un presunto fallo sull’estremo difensore.

Gli ausili odierni per far fronte alle esigenze delle persone cieche e/o ipovedenti

Come cambia la percezione delle persone cieche e/o ipovedenti nei confronti degli ausili tecnologici dopo il Covid? Come bisogna approcciarsi alle nuove piattaforme per stare al passo con studio e lavoro?
Quesiti che verranno affrontati nel convegno dal titolo “Gli ausili odierni possono far fronte alle esigenze delle persone cieche e/o ipovedenti?” che si svolgerà sabato 30 settembre nella sede provinciale di Cosenza dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti.

Sarà il termine “Accessibilità” il filo conduttore del convegno che soprattutto per i ciechi e/o ipovedenti diventa determinante sia per il quanto riguarda percorsi didatti sia per quel che concerne l’inserimento nel mondo del lavoro.

L’UICI è impegnata da sempre nel sostegno allo sviluppo degli ausili dedicati e in questo contesto si proverà anche a capire quale sarà il futuro del “sistema Braille” in una società veloce che brucia le tappe, sempre più connessa e smart.

Prima Categoria, presentati i calendari della stagione 2023/2024

I quattro gironi in campo a partire da domenica 1 ottobre

Catanzaro – Si è tenuta questo pomeriggio la presentazione dei calendari del campionato di Prima Categoria per la stagione sportiva 2023/2024.

Evento preceduto dalla consegna dei premi disciplina alle società vincitrici le rispettive classifiche dei quattro gironi della scorsa stagione, 2022-2023, vale a dire CUS Cosenza (girone A), San Mauro Marchesato (girone B), San Nicola da Crissa (girone C) e Real Metropolitana (girone D).

Nel corso dell’evento sono stati trattati diversi temi importanti per le società, tra cui quelli relativi agli adempimenti tecnici necessari a seguito delle nuove disposizioni attinenti le modifiche regolamentari introdotte dal Decreto Legislativo 36/2021 per la figura del lavoratore sportivo e per il vincolo dei calciatori. Premiata anche la società Winner Boys Presila che si è aggiudicata il primo storico campionato Esport regionale organizzato in collaborazione con la ASd Aragon Esport. Così il Presidente del CR Calabria Saverio Mirarchi a margine della cerimonia: “Partirà questa domenica il campionato dei territori nel quale anche i piccoli comuni dalla grande tradizione dilettantistica sono rappresentati. Un organico importante, formato da 60 squadre che si contenderanno la vittoria finale. Un ringraziamento ai dirigenti della base del nostro calcio ed a tutte le società presenti a questa manifestazione. Il mio più grande in bocca al lupo a tutti ed un arrivederci sui campi di calcio”.

Detenevano droga e armi, padre e figlio arrestati dai carabinieri

I carabinieri della Compagnia di Rende, – a conclusione di un più ampio servizio finalizzato alla ricerca di droga – hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, padre e figlio, rispettivamente di 28 e 56 anni di Luzzi (CS), con l’accusa di detenzione illegale di munizioni e armi, alterazione di arma clandestina, ricettazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. I militari dell’Aliquota Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile di Rende hanno notato il giovane allontanarsi dalla propria abitazione con fare sospetto ed hanno deciso di sottoporlo a controllo, trovandolo in possesso di circa 11 dosi di cocaina pronti alla vendita.

Al riguardo si precisa che, nel rispetto dei diritti degli indagati, essi sono da ritenersi presunti innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile, al fine di garantire il diritto di cronaca costituzionalmente garantito.
Nel corso del quotidiano servizio di istituto mirato alla prevenzione e al contrasto alla criminalità,

i carabinieri della Compagnia di Rende hanno inferto un duro colpo al traffico di stupefacenti. In particolare, la perquisizione eseguita nell’abitazione, ha permesso di rinvenire grammi 281,74 di sostanza stupefacente del tipo cocaina e la somma di 21.340,00 euro in contanti in banconote di vario taglio, presunto provento dell’attività di spaccio. Nel corso dell’attività di polizia, è stato trovato diverso materiale (macchina sottovuoto, bustine, bilancini di precisione) destinato alla pesatura, taglio e confezionamento delle dosi da immettere sul mercato.

L’operazione ha portato anche al rinvenimento di un fucile a canne mozze calibro 12, con matricola abrasa e 2 cartucce cal. 12. Le armi ed il munizionamento, repertati dai Carabinieri specializzati dell’Aliquota Operativa di Rende, verranno inviate al RIS dei Carabinieri di Messina per le analisi balistico-dattiloscopiche e per verificare se siano state utilizzate per la commissione di delitti. La droga sequestrata verrà, invece, esaminata dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti di Vibo Valentia.

Una volta immessa sul mercato illegale, lo stupefacente venduto al dettaglio avrebbero fruttato diverse centinaia di migliaia di euro. 
Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Cosenza, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cosenza.

Riforma del lavoro sportivo, seminario di studio organizzato da CSAIn e Ordine Consulenti lavoro

In una sala gremita in ogni ordine di posti, si è svolto il primo seminario di approfondimento sulla nuova Riforma del lavoro sportivo organizzato in collaborazione dal comitato regionale Calabria dello CSAIn e dall’Ordine dei consulenti del lavoro di Cosenza.

Introdotti dagli interventi di saluto del presidente del Coni calabrese, Maurizio Condipodero e del coordinatore territoriale di Sport e Salute, Walter Malacrino, entrambi concordi nel sostenere la necessità di una stagione di riforma per mettere ordine nel comparto del lavoro sportivo, è stata la presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Cosenza Fabiola Via, a ribadire “piena e massima disponibilità da parte del nostro Ordine professionale nei confronti di tutte le associazioni e società sportive per affrontare e venire a capo di tutti gli adempimenti, nuovi e inediti, richiesti dalla nuova normativa”.

Il presidente dello CSAIn Calabria, Amedeo Di Tillo, da buon padrone di casa, si è incaricato dei ringraziamenti di rito: “Ai rappresentanti delle società sportive che come sempre hanno risposto presente al nostro invito a partecipare ad un momento di approfondimento sulle ultime novità introdotte dal Governo che necessitano di essere argomentate e spiegate affinché non ci si trovi impreparati difronte ai nuovi adempimenti richiesti. Ringraziamenti non banali devo rivolgerli anche ai consiglieri regionali dello CSAIn Carmela Caprarelli e Francesco Benefico, a Franca Ferrami e Valeria Debilio, referenti provinciali CSAIn di Cosenza e Catanzaro, a Francesca Stancati, delegata provinciale del CONI e a Debora Granata del Cip Cosenza per la partecipazione e la vicinanza sempre dimostrata nei confronti delle attività che portiamo avanti”.

Interessanti, appassionate ed esaustive le relazioni degli esperti che hanno analizzato la riforma del lavoro sportivo ognuno da una diversa angolazione. Il vicepresidente vicario nazionale CSAIn, Salvatore Spinella, si è soffermato sulle novità introdotte dal Registro nazionale delle attività sportive dilettantistiche, “che sono molte e vincolanti” mentre il consigliere dell’Ordine dei consulenti del lavoro di Cosenza, Roberto Garritano, ha affrontato le specificità e le novità con cui anche i Consulenti del lavoro si dovranno confrontare “dal momento che lo sport si porta dietro tutta una serie di specificità che sono proprie di quel mondo”. L’intervento di chiusura ad opera del consulente del lavoro Giulio Marsico, ha analizzato nel dettaglio gli aspetti relativi alla sicurezza sul luogo di lavoro. “E anche in questo caso – ha spiegato Marsico – per tutti i lavoratori sportivi si applicano le normative sulla sicurezza sui luoghi di lavoro che in questo caso sono state tarate sulle specifiche e le peculiarità di palestre, piscine, stadi e campi da gioco per far si che siano aderenti e funzionali alle esigenze dei lavoratori sportivi”.