Archivi categoria: Rubriche

Alla ricerca del profumo perfetto (da regalare o da custodire): un’odissea olfattiva

Il mondo delle fragranze è affascinante, complesso e ricco di storia. Dietro ogni flacone di profumo c’è una storia, un’arte e una scienza. Quando si tratta di regalare un profumo a una donna, la scelta può sembrare scoraggiante data la vastità dell’offerta. Come può uno scegliere la fragranza perfetta che si adatta alla personalità, allo stile e alle preferenze di una persona?

Continua la lettura di Alla ricerca del profumo perfetto (da regalare o da custodire): un’odissea olfattiva

A Cosenza ripartono i corsi di cucina amatoriale a cura della Maccaroni Chef Academy

COSENZA – Ripartono, con tante attese e molte novità, i corsi amatoriali per appassionati e professionisti della cucina tra “Identità, Gusto e tradizione” a cura della Maccaroni Chef Academy corsi. “Siamo entusiasti di offrire un’ampia varietà di corsi, sia per gli amanti della cucina amatoriale che per i professionisti culinari – ha dichiarato il direttore Corrado Rossi – i corsi sono un’opportunità per gli appassionati di affinare le abilità tecniche in cucina e scoprire nuovi orizzonti gastronomici, per la preparazione di piatti tipici della tradizione nostrana e mediterranea. La nostra mission è promuovere e valorizzare la cultura enogastronomica “Dal Pollino allo Stretto” e fornire agli appassionati le tecniche e le abilità necessarie in cucina”.

“I corsi per amatori sono pensati per chi desidera avvicinarsi alla cucina in modo semplice, informale e per migliorare le proprie conoscenze mentre i corsi professionali sono ideati per chi vuole approfondire le proprie competenze e aspira a diventare un professionista – spiega Rossi. L’Academy, ormai da 6 anni, è rinomata per il suo approccio pratico all’apprendimento delle tecniche di cucina e alla valorizzazione delle identità locali come il Pane di Cuti, la Sardellina di Ciro, la Nduja di Spilinga grazie alle numerose aziende partner che da sempre sostengono i progetti e gli eventi dell’Accademia. Il menù scelto per la Masterclass breve prevede quasi sempre un antipasto con ingredienti a km0, pasta fresca fatta a mano, secondi della tradizione. I moduli dei corsi variano dal pesce alla carne, dal riso alle salse. I corsi si terranno dal lunedì al giovedì (doppio turno mattutino e serale) a Cosenza, presso la sede in Via G. Minzoni, in pieno centro cittadino.

Tra Freud e bias cognitivi, il gambling spiegato dalla psicologia

Il grande universo del gioco d’azzardo si può leggere sotto diverse lenti. C’è quella economica, che parla di una vera e propria industria, quella sociale, che guarda a questo settore come un fenomeno di moda e di costume. C’è l’aspetto storico e quello culturale, quello politico e quello tecnologico. Ma in pochi hanno pensato a quello psicologico.

A fare chiarezza, in questo senso, ci pensa l’ebook pubblicato da Silvia Urso di Giochidislots, un volume di approfondimento che va a scandagliare quello che si nasconde nel nostro inconscio quando ci approcciamo a una partita di poker, a una schedina, a una partita di tombola o a un giro alle slot machine. Prendiamo ad esempio l’analisi psicoanalitica di Sigmund Freud, che propone un modello della nostra mente suddiviso in tre grandi ambienti: Es, Io e Super Io. Nel libro si legge come queste componenti possano essere correlate al comportamento del giocatore, partendo dall’Es, che guida il desiderio di gratificazione immediata, quella che arriva tramite il brivido, il rischio, e guarda alla ricchezza potenziale, passando per il Super Io, che invece è la molla responsabile. Infine c’è l’Io, che si trova a mediare tra gli impulsi di uno e gli avvertimenti dell’altro. È così, insomma, che i nostri desideri inconsci, le nostre repressioni e i nostri conflitti irrisolti vengono espressi attraverso le attività di gioco.

Molto interessante è la parte legata ai bias cognitivi, processi mentali che generano informazioni e credenze basate però su errori di giudizio. È normale, infatti, per il giocatore pensare che probabilità future possano essere legate o influenzate da eventi del passato oppure che una serie di vittorie e di sconfitte siano destinate a continuare. Errori irrazionali facilmente smascherabili, se si pensa che tutte le combinazioni e quindi i risultati di scommesse, slot o simili sono totalmente random e mossi esclusivamente da algoritmi e funzionamenti matematici.

Eppure non è raro incontrare giocatori convinti di avere un controllo totale sulle loro attività di gioco, oppure coloro che incappano in quello che il libro definisce come il bias della “euristica della disponibilità”, ovvero un inganno mentale che consiste nel sovrastimare le possibilità di un determinato evento. Un viaggio importante, insomma, nella nostra mente, che passa in rassegna anche altri aspetti come il ruolo della superstizione e dell’etica, spostando poi l’attenzioni sulle componenti morali, emotive e sociali del gambling. Un libro di analisi e di approfondimento su un fenomeno totale, indagato a 360 gradi.

L’influenza della Magna Grecia nelle attività ludiche

La Magna Grecia, ovvero il complesso delle colonie greche in Italia meridionale, aveva un forte legame con il gioco. I Greci erano un popolo amante delle attività ludiche, e questo si rifletteva in tutte le sfere della loro vita, dalla religione alla cultura.

Il legame tra queste zone e il gioco è ancora oggi evidente in alcune tradizioni culturali del sud Italia. Ad esempio, molti giochi tradizionali sono ancora praticati in regioni come la Calabria, così come giochi moderni come il 10eLotto Extra oggi, che in diversi casi, anche recenti, ha dispensato fortuna nella regione punta dello Stivale.

Pensiamo ai 250.000 euro vinti il 23 giugno 2023 a Amantea, o ai 100.000 euro vinti il 20 luglio 2023 a Sant’Eufemia d’Aspromonte. Per verificare le vincite al 10eLotto è possibile fare un check da smartphone tramite l’app dedicata.

I giochi praticati nella Magna Grecia

L’attuale Calabria è stata una delle regioni più importanti della Magna Grecia, dal momento che ospitava alcune delle città più importanti, come Reggio Calabria, Sibari, Crotone e Locri Epizefiri.

Di conseguenza, la lingua, l’arte, l’architettura, la religione e attività collettive come quelle ludiche sono state profondamente influenzate dalla cultura greca. In ambito religioso, i giochi erano spesso celebrati in onore degli dei. Ad esempio, le feste dionisiache erano accompagnate da giochi e danze, e i giochi olimpici erano dedicati a Zeus.

In ambito culturale, i giochi erano un modo per divertirsi e socializzare. I Greci praticavano una varietà di giochi, tra cui giochi di destrezza, giochi di forza e giochi di strategia. Alcuni dei giochi più popolari erano il braccio di ferro, il salto in lungo, il tiro con l’arco e la scacchiera.

I giochi erano anche un modo per educare i giovani. I bambini imparavano a giocare già da piccoli, e il gioco era considerato un modo importante per sviluppare le proprie capacità fisiche e mentali.

Alcuni esempi di giochi praticati nella Magna Grecia erano:

  • l’alea, un gioco di dadi simile al moderno backgammon;
  • l’hippodromia, una gara di cavalli;
  • l’agone, una gara di pugilato, lotta o atletica;
  • il dromedon, un gioco di corsa a piedi;
  • la petteia, un gioco di strategia simile al moderno scacchi.

In conclusione, la Magna Grecia era una civiltà in cui il gioco aveva un ruolo centrale. I giochi erano praticati in tutte le sfere della vita, dalla religione alla cultura, e costituivano un modo importante per divertirsi, socializzare ed educare i giovani.

Riscoprire la Magna Grecia in Calabria oggi

Tra i luoghi più importanti da visitare in Calabria per scoprire la Magna Grecia ci sono:

  • Reggio Calabria: dove il museo nazionale della Magna Grecia ospita una vasta collezione di reperti provenienti dalle città greche della Calabria, tra cui i Bronzi di Riace, due statue in bronzo di guerrieri risalenti al V secolo a.C.
  • Sibari: con il parco archeologico che è uno dei più importanti siti archeologici della Magna Grecia. La città di Sibari era una delle più ricche e potenti dell’epoca, e il suo sito archeologico è ancora in fase di scavo.
  • Crotone: dove il parco archeologico di Capo Colonna ospita i resti dell’antico tempio di Apollo, uno dei più importanti monumenti della Magna Grecia. Il tempio è stato costruito nel VI secolo a.C., e oggi è rimasto solo un colonnato.
  • Locri Epizefiri: con il parco archeologico che ospita i resti dell’antica città, tra cui un teatro, un tempio e un santuario.

Oltre a questi siti archeologici, ci sono molti altri luoghi in Calabria che testimoniano l’influenza della Magna Grecia. Ad esempio, il centro storico di Reggio Calabria è ricco di edifici in stile greco, come la Cattedrale e il Teatro Comunale.

Come funzionano i motori di ricerca?

Questo è un quesito che si pongono non soltanto gli specialisti e i professionisti del web, ma anche semplicemente chi utilizza quotidianamente motori di ricerca per comparare prezzi e servizi, cercare soluzioni a problematiche varie o solo per informazioni. Analizziamo quindi cosa c’è dietro un motore di ricerca, e perché è così importante conoscerne il funzionamento. 

Cos’è un motore di ricerca

Il motore di ricerca, in inglese Search Engine, è un software che scansiona tutto ciò che è presente in rete tramite dei bot, chiamati crawler o spider. Questi minuscoli programmi analizzano ogni secondo un numero enorme di pagine web, e le organizzano in base a dei criteri ben precisi. Si crea così la nostra SERP (Search Engine Results Page), ossia la pagina dei risultati ottenuti in risposta alla ricerca effettuata.

Il motore di ricerca si compone fondamentalmente di due elementi: 

– l’indice di ricerca, cioè l’intera libreria digitale di informazioni presente sul web; 

– l’algoritmo di ricerca, cioè i bot che “fisicamente” posizionano gli elementi dell’indice di ricerca.

Le tre fasi della creazione della SERP dei motori di ricerca

Immaginiamo di cercare un gioco online, e nello specifico cercare le slot online che pagano di più, con l’obiettivo di consultare un sito al fine di poter comparare diversi tipi del medesimo intrattenimento, tra quelli che abbiano il payout più alto. Ebbene, digitando queste parole su un qualsiasi motore di ricerca, inizierà la prima fase che caratterizza ogni motore di ricerca: la scansione. Questo procedimento consiste nella selezione da parte del bot, di informazioni in formato pdf, jpeg, testo, presentazione, video, etc. Eseguita la scansione, il bot passa quindi all’indicizzazione, che rappresenta la seconda fase della creazione della SERP. L’indicizzazione è il processo intermedio, e consente al software di memorizzare i contenuti nel proprio indice. Infine, seguendo il criterio di pertinenza della ricerca utente, il bot completerà la fase del posizionamento, ossia la selezione delle informazioni a cui viene data maggiore visibilità. 

Fonte: Pixabay

Perché è importante conoscere il funzionamento di un motore di ricerca? 

Il motivo principale per cui è importante conoscere il funzionamento di un motore di ricerca, è sicuramente quello di risparmiare tempo; il secondo, strettamente connesso al primo, è rendere efficiente la nostra ricerca sul web. Secondo un articolo del Sole24Ore, sono 476 mila i nuovi domini web .it creati nel 2022, e i domini in Italia ammontano a un totale di 3,5 milioni. Nonostante la crescita registrata sia appena dello 0,5% rispetto al 2021, la percentuale è comunque indicativa, per meglio comprendere la quantità di dati con cui ci confrontiamo allorché si cerca qualcosa in rete. Diventa dunque fondamentale, l’utilizzo dei filtri che facilitino le ricerche di prodotti, servizi, soluzioni o informazioni. 

Sapere quindi, in che maniera servirsi al meglio di un motore di ricerca, rappresenta il “bagaglio” del professionista del web. Posizionare al meglio le proprie pagine web e/o quelle dei propri clienti, costituisce il primo passo verso il successo di qualsiasi attività. In questo modo si ottiene visibilità, facilità di ricerca, e una maggiore reputazione online. 

Fonte: Unsplash

Alcuni consigli utili per utilizzare i motori di ricerca al meglio

Esistono tuttavia, degli accorgimenti per risparmiare tempo e ottimizzando la ricerca sul web, col minimo sforzo. Uno di questi è rappresentato dai vari sistemi di intelligenza artificiale, che ormai trova applicazione in diversi campi, e dal riconoscimento vocale; non ci si deve più preoccupare di lettere maiuscole e minuscole, o di errori di battitura: il search engine è un software intuitivo che in grado di comprendere cosa avremmo voluto scrivere o dire. 

La maggior parte dei motori di ricerca fornisce una serie di filtri, che possono rendere notevolmente più agevole e diretta la ricerca. Ad esempio, si può scegliere di avere una SERP di risultati solo in italiano, escludendo così pagine straniere, oppure si può cercare direttamente per immagini, eliminando dall’indice del crawler, tutti gli altri formati come pdf, mp3, video, etc. Di particolare interesse è il filtro: “Trova pagine Web che contengono”, una funzione tramite la quale, l’utente può inserire una o più parole chiave, che il testo risultante dovrà contenere.  

Secondo un’analisi sui motori di ricerca usati in Italia e in Europa condotta da Similarweb, è Google a detenere le quote maggiori di mercato, con oltre il 96% su tutto il nostro Paese; è una media di poco superiore al 90%, se si considera il resto d’Europa. Bing e Yahoo si piazzano ciascuno attorno al 3%, mentre Naver, DuckDuckGo e Yandex, sono gli altri motori di ricerca outsider che non raggiungono neanche lo 0,5% del mercato. 

Modi di giocare a Sweet Bonanza: Demo, Desktop e Mobile

I casinò online offrono diversi tipi di intrattenimento, tra cui le slot machine sono le più popolari. Se volete giocare a Sweet Bonanza, una delle slot online più popolari, cliccate qui https://powbet.com/it/game/sweet-bonanza-dice. Di seguito, esamineremo come i giocatori possono giocare.

Sweet Bonanza è uno dei prodotti più famosi e popolari di Pragmatic Play. Lo sviluppatore del software è molto conosciuto nell’industria del gioco d’azzardo. Ha un’alta reputazione grazie a molteplici certificazioni e verifiche del software. Il suo software si basa su RNG certificati ed è garantito come equo. Migliaia di giocatori preferiscono giocarci grazie alla probabilità di vincere un grande montepremi e di divertirsi con il gioco.

Peculiarità del gioco di Sweet Bonanza

Il gioco ha un campo di gioco 6×5 con 11 simboli di diverso valore. La sua RTP è del 96,5%. Il gioco presenta una volatilità medio-alta, il che significa che l’entità dei premi vinti è enorme, ma le linee di pagamento cadono sui rulli abbastanza raramente. Pertanto, il gioco è rischioso.

Tuttavia, la gamma di scommesse accettate va da 0,2 a 125 monete. In questo modo, sia gli scommettitori di alto livello che quelli di basso livello possono fare puntate confortevoli senza rischiare il proprio bankroll. La vincita massima può raggiungere x21100,00 della puntata.

Il software presenta una grafica in HD con animazioni vivaci. Ha un gameplay entusiasmante con diversi bonus in gioco, come moltiplicatori, giri extra e uno Scatter. Queste peculiarità aumentano le possibilità dei giocatori di vincere più denaro.

Inoltre, i casinò online offrono regolarmente promozioni per i conti di deposito. In questo modo, i giocatori possono moltiplicare i loro bankroll (fino al raddoppio) e ottenere più fondi per giocare alle slot.

Gioco d’azzardo in versione demo o con denaro reale

Si noti che i clienti dei casinò online non solo possono giocare al gioco con denaro reale, ma hanno anche l’opportunità di provarlo gratuitamente. La modalità demo di Sweet Bonanza è disponibile per i giocatori registrati. I vantaggi della modalità demo includono:

– la possibilità di studiare il gameplay senza rischi;

– testare un nuovo software e decidere se è degno di attenzione;

– valutare la grafica, il gameplay e lo scenario.

È consigliabile iniziare a giocare in modalità demo per evitare inutili perdite di denaro. Tuttavia, tutte le vincite sono virtuali e non incassabili.

Una volta pronti a passare al gioco con denaro reale, investite i vostri fondi. In questo caso, tutte le vincite sono reali e incassabili. Questo tipo di attività è più eccitante grazie al livello di adrenalina. Assicuratevi di ricaricare il vostro bankroll per effettuare puntate con denaro reale.

Esperienza desktop VS mobile in Sweet Bonanza

Si noti che il software è personalizzabile sia per i dispositivi desktop che per quelli mobili. In questo modo, i giocatori possono godersi la slot in movimento e giocare ovunque e in qualsiasi momento. Il gioco è compatibile con ogni tipo di gadget e sistema operativo. I vantaggi dell’attività mobile includono:

  1. I giocatori possono accedere ai loro conti tramite browser mobile e giocare con i giochi scaricati.
  2. Funzionamento fluido su tutti i gadget, indipendentemente dalla potenza e dal sistema operativo.
  3. Perfetta compatibilità con tablet e smartphone.
  4. Le interfacce appaiono perfette senza difetti visibili su tutti gli schermi, indipendentemente dalla risoluzione.
  5. Il software non interferisce con le funzionalità del gadget.

Anche se il gioco d’azzardo su desktop è il principale, quello su cellulare è più conveniente. Pertanto, i casinò moderni personalizzano i loro siti web per i gadget portatili. Gli sviluppatori di software creano prodotti adatti ai dispositivi mobili.

Sweet Bonanza è una slot machine moderna che permette agli scommettitori di vincere grandi somme di denaro e di godersi la carriera di giocatore. Non perdete l’occasione di provare la slot e di immergervi nell’atmosfera del gioco d’azzardo. I casinò online offrono tutti gli strumenti necessari per godere di questo passatempo. I giocatori possono giocare d’azzardo gratuitamente e con denaro reale, utilizzando i loro PC, smartphone e tablet.

Quanto costa l’assicurazione casa danni a terzi

La polizza multirischi casa è un’assicurazione che comprende diversi prodotti per salvaguardare la casa da tutte le possibili situazioni di danno, quindi il suo prezzo cambia molto in base alle opzioni scelte da chi stipula il contratto. Vediamo qual è il costo dell’assicurazione casa responsabilità civile e come incide questo prodotto sul prezzo totale di una polizza per la sicurezza della propria abitazione. 

La garanzia di base di un’assicurazione casa copre i casi di incendio e scoppio, che sono obbligatori da assicurare se si compra con un mutuo. Questo tipo di polizza, per un appartamento di circa 100 mq in città, senza elementi di valore particolari, può avere un prezzo a partire da soli 20 euro all’anno. I costi cambiano da una società assicurativa all’altra e in base al tipo di casa, quindi per avere valutazioni precise è sempre necessario fare un preventivo personalizzato, ma è utile avere dei criteri di riferimento. 

Uno dei prodotti più utili e meno noti che si possono aggiungere all’assicurazione di base è l’assicurazione casa responsabilità civile, che a sua volta può essere personalizzata in alcune sue caratteristiche e non ha quindi un prezzo fisso. 

Cos’è l’assicurazione casa danni a terzi 

L’assicurazione casa responsabilità civile è una polizza di tutela legale che si divide in realtà in due o tre prodotti, a volte venduti in un solo pacchetto, a volte separatamente. Le due divisioni principali sono RC Fabbricato e RC Vita Privata (anche chiamata RC Famiglia o Capofamiglia).

L’RC Fabbricato copre i danni provocati a terzi dall’immobile o dai suoi impianti, per esempio infiltrazioni che si propagano nell’appartamento del vicino, antenne o muri che cadono e rovinano cose o persone ecc.

L’RC Vita Privata, invece, copre i danni arrecati involontariamente a terzi dall’assicurato e/o da un altro familiare convivente, non solo all’interno della casa ma anche ovunque all’esterno. Questa copertura si può ampliare anche a eventuali animali domestici e ai danni che potrebbero fare a persone o beni terzi.

Da cosa dipende il costo dell’assicurazione casa danni a terzi 

Ecco una possibile riscrittura del paragrafo:

“Come abbiamo affermato, non è possibile stabilire in anticipo quanto costa l’assicurazione casa responsabilità civile, perché è un prodotto personalizzabile e influenzato da diversi fattori.

I principali sono:

  • Tipologia di casa (appartamento, villa indipendente ecc.)
  • Dimensioni della casa
  • Condizioni ed età della casa (nuova, antica, in ristrutturazione ecc.)
  • Sinistri precedenti (incidenti avvenuti in passato)
  • Presenza di un giardino
  • Dimensioni della famiglia
  • Presenza di bambini e/o animali domestici
  • Livello dei massimali
  • Livello della franchigia.

Mentre i primi 7 elementi sono oggettivi e servono a valutare il livello di rischio, gli ultimi due dipendono dalla scelta del contraente: con massimali più elevati e franchigie più ridotte, il costo dell’assicurazione casa responsabilità civile sale, al contrario invece scende.

Prendendo sempre come esempio l’appartamento standard che abbiamo illustrato nel primo paragrafo dell’articolo, la sola RC Fabbricato può partire da circa 50 euro all’anno con una copertura minima. Aggiungendo anche la RC Vita si parte da circa 80-100 euro all’anno. Estendere la copertura agli animali domestici di solito è l’integrazione meno cara: possono bastare circa 20 euro all’anno, a meno che non si abbiano animali considerati “razze pericolose”, che richiedono una polizza a parte.

Parliamo sempre di costi relativi a una prima casa: per una seconda casa, cioè un’abitazione usata solo occasionalmente, il prezzo dell’assicurazione casa responsabilità civile può aumentare anche del 25%.

Per capire quanto costa l’assicurazione casa responsabilità civile, come per tutti i prodotti assicurativi, è necessario fare più di un preventivo adattato alle proprie specifiche necessità e confrontare nel dettaglio le condizioni delle varie società assicurative per trovare quella migliore per sé.

Come fare un preventivo per una polizza casa online 

Con Axieme, ad esempio, è un broker assicurativo digitale e indipendente con cui puoi sottoscrivere un’assicurazione casa velocemente e accedere a tutte le informazioni da ogni posto e con qualunque dispositivo pur con l’assistenza di un consulente dedicato, il Family Insurer, di cui ogni cliente ha recapiti e numero telefonico diretto. 

Axieme collabora con diverse compagnie e può selezionare i migliori prodotti in modo indipendente garantendo varietà di scelta ai clienti. 

Axieme sta scrivendo il futuro delle assicurazioni perché va nella direzione di altri servizi che ormai caratterizzano il nostro modo di vivere, con un’assicurazione sempre a tua disposizione tramite il tuo PC e il tuo smartphone. 

 

 

 

Tutto pronto per il Cosenza Wine District, la grande festa del vino calabrese

Approfondire la conoscenza delle cantine che saranno protagoniste dell’evento alla Villa Vecchia di Cosenza il 30 giugno, ma anche proporre nuove esperienze di abbinamento tra cibo e vino. Promuovere cultura enogastronomica e soprattutto scandire il conto alla rovescia in attesa della grande festa del vino calabrese, che porterà nel cuore del centro storico bruzio oltre 40 cantine in rappresentanza dell’enologia regionale.

Il calendario di eventi collaterali del Cosenza Wine District è un percorso in divenire che prenderà il via giovedì 22 giugno alle ore 20:00 da La malteria botanica con una serata di degustazione tra 6 pizze e 4 vini calabresi. A guidare il pubblico negli abbinamenti tra i vini regionali e gli spunti di degustazione proposti, sempre diversi e gustosissimi, ci saranno quattro narratori d’eccezione: Claudia Maremonti, Cristina Raffaele, Guglielmo Gigliotti e Kevin Alberto Galioto. Un poker d’assi di wine communicator del panorama calabrese che sapranno arricchire di spunti e approfondimenti le serate che vogliono valorizzare gli areali calabresi dell’enogastronomia. 

Dopo la prima serata di giovedì, è per lunedì 26 giugno la seconda data da segnare in calendario con l’aperitivo DiVino e il dj set presso Fresco Foodbar a partire dalle ore 19:00. Poi l’aperiRoom in centro città, sempre alle 19:00, martedì 27 giugnooffrirà lo spazio ideale per abbinare i vini regionali con le stuzzicherie gustose, prima del gran finale presso Panestorto Lab alle ore 18:00 di mercoledì 28 giugno, per un viaggio alla scoperta dei prodotti della panificazione e identità alimentari del territorio in abbinamento ai vini dell’associazione viticoltori vibonesi.

Nel corso delle quattro serate ogni locale che ospiterà l’evento attiverà lo spazio per acquistare il ticket degustazione per partecipare all’evento in Villa Vecchia del prossimo 30 giugno. Resta comunque attiva la prevendita su eventbrite (https://www.eventbrite.it/e/biglietti-cosenza-wine-district-2023-647907547917) o presso i rivenditori ufficiali nel territorio cosentino dove acquistare i ticket cartacei a numero limitato: Fresco Foodbar, Cheers, Tennis Club Cosenza, Quipò più di un bar (Mendicino), Pane storto lab, Chiappetta sport village, Bar Tabacchi Nani 11, Cinque Sensi Store (Rende), Tre cipolle sul comò, Mosto 97 e Bar Continental

Il Cosenza Wine District è organizzato da Saturnalia aps e Feed It e gode del patrocinio istituzionale del Comune di Cosenza e della Regione Calabria – Dipartimento Agricoltura.

Presentato a Palazzo dei Bruzi il libro di Antonio Monda “Il numero è nulla”

Il salone di rappresentanza di Palazzo dei Bruzi ha ospitato una delle più apprezzate conversazioni finora ascoltate nella rassegna “LibrinComune”, la fortunata iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Franz Caruso e nata da una felice intuizione della consigliera delegata alla cultura Antonietta Cozza. Protagonista di questo nuovo e partecipato appuntamento, introdotto dalla stessa Antonietta Cozza, è stato lo scrittore, giornalista e saggista, Antonio Monda, collaboratore del quotidiano “La Repubblica” e molto legato alla città di Cosenza, anche per le sue origini. Monda ha presentato a Cosenza il suo ultimo libro, “Il numero è nulla”, edito da Mondadori, nono volume di una decalogia dedicata a New York, città che da oltre 30 anni ha eletto a suo luogo di residenza abituale (insegna alla “New York University”), nonostante la sua prolifica attività lo porti in giro per il resto del mondo, facendolo tornare spesso in Italia e, quando è possibile, anche a Cosenza.
A fare gli onori di casa, il Sindaco Franz Caruso che nei suoi saluti istituzionali ha ricordato il successo di “Libri in Comune” “che inorgoglisce la città e che ha consentito a Cosenza di fare il suo ingresso nelle 200 città italiane dove si legge di più”. Un segnale che il primo cittadino ritiene importante e che è in grado di dare un contributo significativo alla promozione della lettura e degli autori, anche di quelli calabresi. “Inoltre – ha aggiunto Franz Caruso – è uno stimolo per i giovani ed un vero e proprio invito a leggere ancora di più. La lettura – ha detto ancora il Sindaco -ha un’importanza decisiva nella formazione dei giovani perché la cultura è fatta anche di buone letture”. Ed ha rimarcato come a Cosenza si stia cercando, “oltre alla promozione della lettura, di mettere in campo un’offerta culturale strutturata in modo tale da far sì che ci sia un ritorno in città dell’interesse per le attività culturali. Di questo disegno fa parte anche il recupero del nostro centro storico sul quale abbiamo puntato ed investito con decisione”. Poi ha rivolto un particolare apprezzamento all’autore de “Il numero è nulla”. “Antonio Monda – ha detto Franz Caruso – è figlio illustre di questa città e cittadino del mondo. Sono felice di accoglierlo nel salone di rappresentanza del Comune che abbiamo aperto e restituito alla città perché è un luogo che appartiene a tutti i cosentini”.

Interessanti i contributi che sono arrivati dall’avvocato Enzo Paolini (l’iniziativa è stata promossa in sinergia con il “Premio Sila ’49”) e dal magistrato Biagio Politano, entrambi appassionati dei libri di Antonio Monda. “Il numero è nulla” evoca le atmosfere tipiche dell’hard boiled mettendo al centro la figura di un killer, conosciuto come il “Vescovo”, un sicario di Cosa nostra, al soldo del celebre boss Bugsy Siegel. Spietato e privo di scrupoli, il killer vivrà una profonda trasformazione grazie all’incontro, del tutto casuale, con una donna che gli cambierà la vita e lo spingerà sulla strada della redenzione. Aprendo la conversazione con Antonio Monda, Enzo Paolini è partito dalla bellissima copertina del libro che ritrae un quadro di Edward Hopper “New York Movie”, dove si staglia la figura di una donna assorta nei pensieri all’ingresso di una sala cinematografica.
E’ Eimhear, la maschera del cinema, di origini irlandesi, che riesce ad amare nonostante l’orrore che prova per l’assassino che ha di fronte. E sarà lei a cambiare il destino del “Vescovo”. Monda e il cinema hanno un legame indissolubile e tutto il libro è percorso da continui rimandi cinematografici. Anche Bugsy Siegel è uscito pari pari dal personaggio impersonato da Warren Beatty nel film “Bugsy”, sul gangster che si costruì un impero a Las Vegas e che Monda indica come punto di contatto tra Hollywood e la criminalità. Lo scrittore ama questo gioco di rimandi alle citazioni cinematografiche. Dovendo scegliere, ad esempio, il nome di uno dei tre fratelli che compaiono nel suo libro, sceglie Martino Cappa che altri non è se non Martin Scorsese perché Cappa è il cognome della madre del celebre regista.
Sul titolo del libro, è Monda stesso a spiegarne la genesi: “è un verso di Bob Dylan “black is the colour, none is the number” dal quale ho preso spunto. Il “Vescovo” per sua scelta vive in questo mondo dove nulla ha alcun senso. Dà la morte quasi persuaso di fare del bene, finché un giorno, per caso, non entra in quel cinema dove incontra quella che sarà la donna della sua vita”. E su questo Enzo Paolini dice ancora la sua: “il killer è redento solo dall’amore per la ragazza che incontra”. E ricorda un verso di “Henna”, la canzone di Lucio Dalla, quando afferma che “è l’amore che ci salverà”. Poi Antonio Monda spiega perché il killer è soprannominato “il Vescovo”. “Perché è figlio di un uomo pio e molto umile che per lui immaginava una carriera ecclesiastica, non da Papa, né da cardinale, ma da vescovo sì, perché era già abbastanza”. Con il decimo libro su New York, Mondadori sta pensando di pubblicare un box che li conterrà tutti, per un totale di 2500 pagine. New York viene colta da Monda nelle sue mille contraddizioni, nella fase in cui sta diventando la capitale del mondo ed è piegata in due dalla grande depressione. “Una città sporca, violenta, perfida, spietata, eppure meravigliosa”.
Dotato di un raffinato sense of humour, il magistrato Biagio Politano ricorda la fitta rete di relazioni culturali che può vantare in tutto il mondo Antonio Monda, con un’agenda zeppa di nomi importanti che richiama alla memoria l’episodio di Massimo Troisi, avvenuto a casa di Pino Daniele, protagonista il giornalista Gianni Minà. Troisi chiese a Minà di poter vedere la sua famosa agenda. Per Biagio Politano “quella di Antonio Monda è un’agenda simile a quella di Minà, e io immagino che alla lettera P, accanto ad Al Pacino, ci siano anche Enzo Paolini e Biagio Politano. In questo caso, però, ci ha smentiti perché ha chiamato noi, che di famoso non abbiamo nulla, per parlare del suo libro. “La cifra del libro – ha aggiunto Politano -è molto giocata sugli opposti. Ci sono pagine di fede e pagine di totale nichilismo. Non si risolve in una chiave di lettura, ma pone molti interrogativi”.
E a proposito dell’opzione per fare del libro di Monda una serie tv, l’avvocato Paolini immagina già a chi affidare il ruolo dei protagonisti, con Joe Pesci nei panni del Vescovo e Gwyneth Paltrow in quelli di Eimhear.
La narrazione avvincente di Monda tiene l’uditorio incollato alla sedia e prosegue con il dichiarato amore verso ogni forma di cultura ebraica cui lo scrittore e regista ha dedicato anche un documentario, una sorta di viaggio, in 4 puntate. Le sue passioni hanno per nome Woody Allen George Gershwin, Saul Bellow e tanti altri ancora. Un ultimo spaccato del racconto di Monda riguarda la boxe, stimolato sempre dalle domande di Enzo Paolini. Ad essere esaltata è l’unicità della boxe, il momento topico che precede l’avvio dell’incontro, quando i pugili al centro del ring si guardano lungamente negli occhi ed è in quel momento, quando si promettono di farsi male, che l’incontro si decide, perché in genere il pugile che riesce a sostenere più a lungo lo sguardo dell’avversario è quello che sull’ultimo gong riesce a spuntarla. Un rituale nel quale Muahammad Alì era geniale ed è per questo che Monda lo considera il più grande di tutti.
Nel prossimo libro, che chiuderà la decalogia mondadoriana, sarà ancora New York al centro della scena perché – parola di Monda – “New York è imprenscindibile”.

Bonus benvenuto casino: come scegliere la migliore offerta di un casinò online?

Nel mondo dei casinò online la concorrenza è molto alta e ognuno di essi cerca di attirare nuovi giocatori attraverso varie promozioni e bonus. Uno dei tipi più popolari di tali offerte è il bonus benvenuto casino. Vengono forniti agli utenti al momento della registrazione sul sito e, se utilizzati correttamente, possono aumentare le probabilità di successo.

Tuttavia, non tutti i bonus di benvenuto sono ugualmente vantaggiosi. L’utente deve essere in grado di scegliere l’offerta più adatta a lui. Diamo un’occhiata ad alcuni fattori chiave che vi aiuteranno a scegliere il bonus di benvenuto più vantaggioso nei casinò online.

L’entità del bonus

Il primo e più ovvio fattore è l’entità del bonus benvenuto casino. Di solito è espresso come una percentuale dell’importo del primo deposito. Può raggiungere diversi valori, ma il più delle volte è limitato al 200-300%.

Tuttavia, non dovreste concentrarvi solo sulle dimensioni del bonus benvenuto casino e scegliere il più grande. È importante anche prestare attenzione alle condizioni di scommessa, di cui parleremo più avanti.

Requisiti per le scommesse

Quasi tutti i bonus di benvenuto hanno dei requisiti di puntata. E questo è abbastanza logico, perché altrimenti il casinò dovrebbe distribuirli a tutti, compresi i cosiddetti cacciatori di bonus, e lavorare senza alcun profitto.

I requisiti di puntata significano che l’utente deve effettuare un certo numero di scommesse per poter prelevare i fondi del bonus. Vale la pena leggere attentamente i termini e le condizioni per ricevere e scommettere il bonus benvenuto casino e assicurarsi che i requisiti di scommessa siano ragionevoli e fattibili.

Periodo di validità del bonus

I vincoli di tempo sono sicuramente importanti quando si sceglie un portale a cui iscriversi. Alcuni bonus hanno un periodo di validità limitato durante il quale è necessario utilizzarli. Spesso il periodo varia da pochi giorni a qualche settimana. Ma ci sono alcuni parchi giochi che permettono di utilizzare questi incentivi per un periodo più lungo. Se non avete molto tempo per giocare, scegliete offerte con un periodo di validità sufficientemente lungo.

Giochi disponibili

Alcuni bonus maturati al momento della registrazione sono limitati a determinati giochi o categorie di giochi. Prima di scegliere gli incentivi, dovreste assicurarvi che il bonus vi permetta di giocare ai vostri giochi preferiti o a quelli che volete provare. Inoltre, assicuratevi che l’offerta possa essere utilizzata quando si gioca su dispositivi mobili. Una restrizione di questo tipo è rara, ma c’è comunque un posto in cui si trova.

Restrizioni al prelievo

A volte ci sono restrizioni sul prelievo delle vincite ottenute con i fondi bonus. Alcuni siti di gioco d’azzardo fissano dei limiti al prelievo massimo o altri requisiti speciali.

Ulteriori offerte bonus

Alcuni casinò offrono non solo un premio, ma anche promozioni e offerte aggiuntive per i nuovi utenti. Assicuratevi di prestare attenzione a queste opportunità. Se utilizzate correttamente, vi aiuteranno a risparmiare un po’ di denaro e a rendere il gioco più interessante.

Reputazione e affidabilità del casinò

E, naturalmente, ricordate che un casinò che offre la possibilità di usufruire di bonus deve avere diverse caratteristiche importanti. Prestate attenzione alla reputazione e all’affidabilità del parco giochi. Scegliete siti autorizzati e affidabili, perché solo loro garantiscono la correttezza del gioco. Potete sempre leggere le recensioni di altri giocatori e le valutazioni dei casinò.

La scelta del bonus benvenuto casino più vantaggioso in un casinò online richiede un’attenta analisi e un confronto tra le varie offerte. Considerando tutti i fattori di cui sopra, sarete in grado di trovare l’offerta perfetta che vi aiuterà a iniziare il gioco con un bankroll aumentato e una maggiore possibilità di successo.